Emanuela Orlandi: Patrizia Marinucci da Papa Francesco, somiglianza, non uguali

di Pino Nicotri
Pubblicato il 21 Marzo 2013 11:53 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2013 16:04

ROMA – Nuova puntata del mistero di Emanuela Orlandi. Assomiglia davvero a Emanuela la signora Patrizia Marinucci, moglie del fratello, come appare nelle immagini del TgCom24 che immortalano l’incontro fra Pietro Orlandi e il nuovo Papa Francesco. La somiglianza è notevole, ma tra somigliare e essere c’è una differenza che milioni di lettori di romanzi gialli conoscono bene.

Non credo si possa aderire alla tesi di Roberta Hidalgo, la fotografa che ha raccolto in un libro i risultati di indagini tutte personali e non tutte proprio scientifiche per sostenere che Emanuela Orlandi e Patrizia Marinucci sono in realtà la stessa persona. Chi voglia ripercorrere nei dettagli le argomentazioni della Hidalgo può leggere qui.

Però, dato che l’incontro fra Papa Francesco e la famiglia di Pietro Orlandi è avvenuto in pubblico, domenica 17 ed è stato immortalato dalle telecamere, alcune note sono doverose.

La sequenza delle immagini è quasi storica, per le migliaia e migliaia di italiani che seguono con passione il mistero della scomparsa di Emanuela Orlandi, avvenuto quasi 30 anni fa e mai chiarito: c’è la carezza del Papa a una bambina, c’è la stretta di mano con una signora in età oltre che sinodale, la madre di Emanuela, Maria, che ascolta rapita con un sorriso di estasi Papa Francesco che le dice qualche parola; dietro a lei Pietro, cupo come sempre: si scioglierà in un sorriso quando a sua volta Papa Francesco si rivolgerà a lui.

Poi c’è l’incontro con Patrizia Marinucci, di cui riproduciamo tre momenti: Papa Francesco che le porge la mano, lei che allarga il braccio sinistro nell’inizio di un abbraccio che culminerà con la donna tutta appoggiata a Papa Francesco, il braccio destro sulla mantellina viola, la testa contro il petto di Papa Francesco in un gesto di abbandono e di fede.

A guardare le foto della ripresa televisiva di TgCom24 a confronto con quelle di Emanuela, la somiglianaza colpisce: ma una delle regole di natura è che uomini e donne tendono a accoppiarsi con donne e uomini che molto spesso somigliano ai propri genitori o fratelli e sorelle.

Detto questo, non ho mai creduto che la signora Patrizia Marinucci, che abita con Pietro Orlandi e figura come sua moglie, sia in realtà sua sorella Emanuela. Contrariamente a quanto ipotizza la fotografa romana Roberta Hidalgo nel suo libro “L’affaire Emanuela Orlandi”, credo che la signora Patrizia sia davvero la signora Patrizia, la moglie di Pietro. Però anche a giudicare dalle foto della signora con papa Francesco è innegabile che un forte somiglianza ci sia, anche se ormai la suggestione può fare velo.

Le foto sono state scattate domenica scorsa all’uscita dalla chiesa di S. Anna, la chiesa parrocchiale del Vaticano. Pietro ha salutato il pontefice poco dopo sua moglie e sua madre. Questo è il racconto che ha fatto al Messaggero:

“Quando ho incontrato il Papa lui mi ha accolto pronunciando la parola “Emanuela”, mi ha stretto forte la mano e ho avuto la sensazione di un’intesa, la sensazione che conoscesse bene la storia di mia sorella”.

E ancora, sempre al Messaggero:

“Prima di me c’era mia madre, anche lei ha parlato qualche istante con il Papa. Poi mi sono avvicinato io, lui ha pronunciato il nome di mia sorella e mi ha detto: “Tu sei il fratello?”, il colloquio è stato breve ma ho sentito che c’è stata un’intesa. Gli ho chiesto di aiutarmi a far emergere la verità e lui mi ha stretto più forte la mano. È stato bello, ho avuto la sensazione che ci possa essere quel dialogo che attendo da tempo e che il muro di silenzio che dura da due pontificati si stia incrinando. Mi ha ascoltato e ha avuto parole di incoraggiamento. Per questo chiederò un’udienza privata e sento che me la concederà e che riuscirò a parlargli”.

In altre parole, Pietro Orlandi spera molto dal nuovo Papa, che gli dica cioè la verità su cosa sa il Vaticano riguardo la sorte di Emanuela.

Probabilmente sbaglio, ma credo che Papa Francesco abbia già detto tutto proprio domenica nel breve saluto alla madre e al fratello di Emanuela Orlandi, con le parole dette a mamma Maria:

“Se Emanuela è in cielo, pregheremo per lei”.

E a Pietro:

“Coraggio!”.

Parole che hanno tutta l’aria di parlar chiaro.