Negazionisti uguale sociopatici? Una ricerca brasiliana li accusa

di Pino Nicotri
Pubblicato il 15 Novembre 2020 18:19 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2020 12:19
Italia dei miracoli. A San Biagio (Montepulciano) in Toscana il parroco annuncia il prodigio della Madonna del Buon Viaggio. Per ora non dice di cosa si tratta: "Un evento prodigioso non spiegabile scientificamente".Negazionisti uguale sociopatici? Una ricerca brasiliana li accusa. Nella foto Ansa: negazionisti in piazza a Padova

Italia dei miracoli. A San Biagio (Montepulciano) in Toscana il parroco annuncia il prodigio della Madonna del Buon Viaggio. Per ora non dice di cosa si tratta: “Un evento prodigioso non spiegabile scientificamente”.Negazionisti uguale sociopatici? Una ricerca brasiliana li accusa. Nella foto Ansa: negazionisti in piazza a Padova

Lo si poteva già sospettare dal comportamento non propriamente socievole ed empatico di alcuni personaggi pubblici.

Ma anche dal comportamento, e non solo nelle loro manifestazioni di piazza, dei vari negazionisti e nemici della mascherina in pubblico. Ora però c’è il sugello di una ricerca scientifica. Condotta in Brasile da team delle Università di Londrina e di  São Francisco, pubblicata sulla rivista scientifica Personality and Individual Differences e resa nota dal giornale portoghese Correio de Manhã  (come dire Posta del Mattino). 
 
La ricerca in questione ha concluso che i negazionisti, cioè ”chi si oppone alle misure preventive prescritte dalle organizzazioni sanitarie per combattere la pandemia può rivelare tratti sociopatici”.

Uno studio brasiliano

Lo studio brasiliano ha coinvolto 1.578 cittadini adulti, di età compresa tra i 18 e i 73 anni, di tutte le regioni di quel grande Paese. Che l’11 ottobre ha registrato quasi 6 milioni di casi e 164 mila morti per Covid 19. Tra gli infetti dal Covid lo stesso presidente della Repubblica Jair Bolsonaro, che non ha saputo adottare nessuna linea di contentimento della pandemia  e che nonostante tutto il 31 ottobre ha dichiarato:

“Il virus sta terminando, è solo una piccola influenza”. 

Un questionario e due profili

I ricercatori brasiliani hanno approntato un questionario con domande sul rispetto delle misure di contenimento e sui tratti della personalità come l’empatia. Le risposte hanno evidenziato due profili:
– il profilo antisociale. Che presenta punteggi più alti in insensibilità, inganno, ostilità, impulsività, irresponsabilità, manipolatività. E assunzione di rischio. Nonché punteggi più bassi in affettività
– il profilo del tipo empatico. Che presenta punteggi più alti nel campo dell’affettività. E punteggi più bassi nei tratti tipici dell’Antisocial personality disorder (ASPD o anche APD).
 
I profili mettono in risalto differenze significative, principalmente nell’interazione con le misure di contenimento della pandemida del Covid 19. La ricerca ha infatti dimostrato che “livelli più bassi di empatia e più alti livelli di insensibilità sono direttamente associati a una minore aderenza alle misure di contenimento”. Sono cioè legati a tratti antisociali della personalità. Finora, questo è il primo studio in America Latina incentrato sulla relazione tra personalità e misure contro il  Covid-19.
 
Non sarebbe male condurne uno anche in Italia.