Parma, ora hanno stufato: calciatori sborsino 0,5% stipendio. Non moriranno

Pubblicato il 5 Marzo 2015 14:22 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2015 14:31
Parma, ora hanno stufato: calciatori sborsino 0,5% stipendio. Non moriranno

Parma, ora hanno stufato: calciatori sborsino 0,5% stipendio. Non moriranno

C’è un signore, si fa per dire, che dalla primavera scorsa non paga più neanche il gas e la luce, figurarsi i contratti e gli stipendi. Un signore che, pur incassando bei soldi da Sky e altre televisioni, ha triplicato il debito della società. C’è quindi un’interessante domanda: che fine hanno fatto quei milioni neanche pochi? C’è poi un altro signore, anche qui si fa per dire, che va in giro fornendo i numeri di bonifici regolarmente falsi e inventati. Questo signore sarebbe oggi il proprietario del Parla calcio, l’altro signore era il proprietario di prima.

Ci sono autorità, si fa per dire, del calcio che assicurano: tutto era sotto controllo e nelle regole. Figuriamoci fosse stato fuori controllo e fuori dalle regole…Le stesse autorità, si fa per dire, assicurano che si stanno dando da fare per risolvere la questione. Magari una colletta, ma ci sono, raccontano, difficoltà che stanno lavorando alacremente a superare. Ci sono lamenti sulla sacra regolarità del campionato. E altri lamenti. I fornitori non pagati, i dipendenti senza stipendio.

Un sacco di lamenti, non tutti però proprio uguali in decenza. Una cosa è il lamento del magazziniere o del giardiniere o dell’elettricista, insomma dello stipendiato a stipendio normale e da tempo senza stipendio. Altra è il lamento dello stipendiato ad almeno un milione l’anno. E’ senza stipendio anche questo, ha diritto anche lui. Però non sta morendo di fame.

E quindi sarebbe giunta l’ora che i calciatori tutti di tutte le squadre avessero un soprassalto minimo di dignità e decenza. Venti squadre di serie A hanno alla grossa un miliardo di monte stipendi, insomma i giocatori incassano tutti insieme un miliardo l’anno. Tirassero fuori lo 0,5% ciascuno del proprio stipendio. Non moriranno di fame, non andranno in miseria. Gli farà il solletico alla tasca tirar fuori tutti insieme cinque milioni. Bastano e avanzano al Parma per giocare fino a fine campionato e per pagare le bollette e lo stipendio alla gente a stipendio normale. Basta con la manfrina, hanno stufato. Non è consentito ai calciatori travestirsi da minatori di miniera dismessa bisognosi di cassa integrazione straordinaria.