Oroscopo 2019, che anno sarà: addio vecchio mondo. Europee, immigrazione e una nuova crisi

di Caterina Galloni
Pubblicato il 21 dicembre 2018 7:04 | Ultimo aggiornamento: 21 dicembre 2018 8:45
Oroscopo 2019, Saturno e Plutone spazzeranno via il vecchio mondo. Europee, immigrazione e una nuova crisi in agguato: che anno sarà

Oroscopo 2019, Saturno e Plutone spazzeranno via il vecchio mondo. Europee, immigrazione e una nuova crisi in agguato: che anno sarà

ROMA – Il 2019 non sarà un anno di tutto riposo, sarà punteggiato da avvenimenti importanti: a volte liberatori, a volte drammatici. Saturno e Plutone sostano in Capricorno, segno che rappresenta soprattutto le strutture, gli organismi e si può dunque pensare a molto rigore nel modo di governare i diversi Stati del mondo, rispetto a una realtà un po’ angosciante. Clicca qui per leggere l’Oroscopo del 2019 segno per segno.

La congiunzione Saturno e Plutone in Capricorno è molto severa, poco tollerante e può rappresentare capi di Stato duri, irremovibili, senza un pizzico di diplomazia. Va da sé che potrebbero scatenarsi delle tensioni tra i poteri mondiali e portare a uno squilibrio. Una terza guerra mondiale? Visto che il Capricorno è un segno pragmatico può essere che non si tratti di una guerra con fucili, bombe e armi nucleari ma di una riorganizzazione totale dell’economia mondiale (con tutte le tensioni che ciò potrebbe implicare).
E con la presenza di Urano in Toro, entrerà in questo segno il 6 marzo e rimarrà per sette anni, c’è da pensare che parecchi equilibri considerati solidi invece salteranno e anche qui, tornano in ballo alcuni terremoti di tipo finanziario. Ecco le date di turbolenza delle Borse con possibili correzioni dei mercati: 7 marzo, 29 marzo, 5 maggio, 16 maggio, 25 luglio, 13 agosto, 1, 12 e 23 settembre, 11 e 22 ottobre, 31 dicembre.  

Una grave crisi economica potrebbe accadere nel 2020 e soprattutto tra il 2021-23, ma già quest’anno potremmo iniziare a intravedere i primi segnali. Il 2019 ribalterà anche gli equilibri nell’Unione Europea e potrebbe essere proprio l’Italia a dare la spinta iniziale: la crisi Btp contagiare il sistema bancario europeo e accelerare la recessione dei paesi dell’unione, Germania compresa. Inoltre, la dissonanza tra Giove-Nettuno esatta il 13 gennaio, il 16 giugno, il 21 settembre potrebbe scatenare ulteriori scandali riguardanti le banche e, per l’ennesima volta, destabilizzare gli Stati che non hanno un’economia forte. L’aspetto tra i due pianeti potrebbe riguardare anche l’ecosistema e, purtroppo, segnalare inondazioni, tifoni, tornadi, uragani, siccità, vulcani che eruttano pericolosamente in varie parti del mondo e sappiamo che l’Italia in questo senso è interessata. Potrebbero esserci delle decisioni drastiche mirate a salvare il nostro pianeta, così da poter continuare a mangiare, a respirare, in due parole a esistere.

Nel 2019 un’altra questione centrale sarà l’immigrazione: verso la fine dell’estate potrebbero essere presi dei provvedimenti mirati a un drastico cambiamento. Ciò potrebbe essere dovuto alle elezioni politiche europee, a maggio, a una possibile vittoria del populismo, a un forte ritorno al nazionalismo, alla tutela del proprio paese con conseguente affievolimento dello spirito comunitario. E’ pur vero che l’aspetto tra Giove e Nettuno (il primo simboleggia l’estero e il secondo il mare) fa pensare che la pressione migratoria potrebbe aumentare e non sono esclusi altri drammatici naufragi. Il passaggio astrale potrebbe manifestarsi anche con una maggiore presenza di sette religiose, gruppi con forti ideologie che potrebbero fuorviare i più creduloni.

L’abbiamo scritto. è un anno difficile ma non bisogna tuttavia cedere al catastrofismo, va sottolineato che la congiunzione Saturno-Plutone in Capricorno seppure dura ha il compito di spazzare via il vecchio mondo, riportare ordine e giustizia dove ci sono intrighi, complotti, truffe. E’ una sorta di pulizia (saggia) mirata a una maggiore trasparenza. 

E il buon Giove in Sagittario provvederà a dare slancio alla ricerca scientifica, ai viaggi, gli studi, le spedizioni, nuove scoperte astronomiche. Non ultimo, un’evoluzione tecnologica più in sintonia con il mondo attuale, l’ecologia e l’agricoltura.