Show room e personal shopper: Abigail “Balotelli” imprenditrice di moda

Pubblicato il 1 Febbraio 2012 15:21 | Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio 2012 15:22

Abigail Barwuah (Foto LaPresse)

VARESE – Varese ha una nuova imprenditrice: si chiama Abigail Barwuah, e, nonostante il cognome, è la sorella naturale di Mario Balotelli. Già alla ribalta delle cronache e del gossip per la sua partecipazione all‘Isola dei Famosi, adesso la ventitreenne sorella del calciatore del Manchester City inaugurerà la propria attività di imprenditrice nel campo della moda.

Abigail aprirà infatti il 4 febbraio uno show room con Patrizia Ferrari, altra imprenditrice di moda varesina. Nel negozio che aprirà in via del Cairo ci sarà anche uno spazio per organizzare eventi e spettacoli e ci sarà persino la possibilità di richiedere un personal shopper.

All’inaugurazione sono stati invitati gli amici dell’Isola dei Famosi Nina Moric, Walter Garibaldi e Killian Nielsen. “Mario questa volta non ci sarà – dice Abigail alla Provincia di Varese – Ma non escludo che verrà a trovarmi qualche altra volta”.

La giovane ricorda il suo amore per la moda sin da piccola: “Da ragazzina non mi hanno permesso di fare la modella, i miei genitori dicevano che era un mondo sporco. Quando sono diventata maggiorenne mi hanno cercato agenzie importanti, ma io ho sempre detto di no per non dare un dispiacere alla famiglia. Però ho sempre amato la moda, il negozio per me significa un sogno che si avvera”.

Riguardo al rapporto con il fratello Mario dice alla Provincia di Varese di avere un bel rapporto, ma “non lo guardo mai in televisione perché di calcio non capisco niente, lui comunque non se la prende”.

Una volta avviato il negozio, Abigail ha però intenzione di tornare a studiare: “Stavo frequentando la scuola per dirigente di comunità, quando sono partita per l’Isola dei Famosi. Adesso vorrei riprendere a studiare, mi piacerebbe fare qualche cosa di utile al prossimo”. Ma sull’Isola non ha rimpianti, anzi: “Partirei anche adesso se mi fosse possibile, ma solo a patto di avere più cibo. Ho perso otto chili in un mese. Il mio desiderio più ricorrente era mangiare una pizza con il bordo, lo stesso che avanzo sempre”.