Albano Carrisi: “Anch’io sono stato molestato dalle donne”

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 gennaio 2018 14:33 | Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2018 14:33
albano-carrisi-molestie

Albano Carrisi (Foto Ansa)

ROMA – Anche Albano Carrisi dice la sua sul tema molestie. Dà ragione a Catherine Deneuve, che ha criticato il movimento #metoo (salvo poi rettificare) e dice: “Se le cose stanno così allora anch’io sono stato molestato dalle donne”.

Il cantante di Cellino San Marco si confessa in un’intervista al Tempo. Parla del caso Loredana Lecciso, la donna che l’ha lasciato dopo 18 anni di storia e due figli, per un presunto ritorno di fiamma tra lui e l’ex moglie Romina Power:

“Ormai leggo la mia vita sui giornali ma non sempre si dice la verità. Insomma non è detto che sia tutto vero. Innanzitutto è sbagliata la formula. Se due persone si lasciano bisogna deciderlo insieme. Comunque a me non risulta nulla”.

Entra nel merito del selfie ai mercatini di Natale che avrebbe fatto infuriare Loredana Lecciso:

“Tra me e Romina è successo sempre tutto per caso. Questa volta è nato tutto per volontà dell’impresario russo Agapov che voleva festeggiare il mio settantesimo compleanno. E da lì è stato un susseguirsi di eventi”.

Ma smentisce che ci sia un ritorno con Romina:

“Sono passati troppi anni e sono cambiate troppe cose. La cosa più bella è che siamo passati da una fase di scontri a una fase di incontri”.

Quindi parla del tema molestie:

“E’ un’esagerazione. Catherine Deneuve ha fatto bene a prendere posizione e a scrivere quella lettera aperta. Non si può rinnegare la natura degli esseri umani. Gli uomini e le donne ci provano, è un fatto naturale. Ovviamente nel caso di violenze e violentatori bisogna denunciare tutto e subito. Non dopo 25 anni. Queste denunce a posteriori mi puzzano un po’ e mi fanno pensare malignamente a forme di pubblicità. Basta vedere da chi provengono. E poi se io avessi denunciato tutte le donne…”.

E racconta:

“Anch’io allora sono stato molestato. Sono stato corteggiato con decisione e ripetutamente. Insomma qualche affronto nei confronti dei maschi ci può essere anche da parte del mondo femminile. Ci sono le donne che ti amano per come canti, quelle che ti amano per come sei e quelle che ti amano per l’uomo che convive con l’ artista. Ma non mi sono mai sognato di denunciare nessuno. Quando ho vissuto queste cose sono riuscito a fermarle in tempo. Basta stabilire limiti ed evitare fraintendimenti. Anche le donne possono farlo”.