Andrea Delogu e la fine del matrimonio con Francesco Montanari: “L’amore non c’era più e quei figli che non arrivavano…”

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 26 Gennaio 2022 - 16:00| Aggiornato il 27 Gennaio 2022
Andrea Delogu

Andrea Delogu e la fine del matrimionio con Francesco Montanari: “L’amore che non c’era più e quei figli che non arrivavano” (foto ANSA)

Andrea Delogu, un anno dopo la separazione con Francesco Montanari, ha spiegato i motivi della fine del loro matrimonio. Intervistata dal settimanale F, la conduttrice rivela infatti quali sono le ragioni che hanno portato i due alla separazione, tra incompatibilità caratteriali e figli che non arrivavano. 

La verità di Andrea Delogu sulla fine della storia con Francesco Montanari

“Con Francesco abbiamo passato insieme sette anni che rivivrei subito – dichiara la 39enne -. Mi hanno dato la possibilità di capire chi sono anche in un contesto familiare, di avere dei suoceri fantastici. Ma le cose cambiano e noi a dicembre 2020 abbiamo deciso di separarci, anche se poi la notizia è uscita solo a marzo”. 

Una separazione arrivata solo perché era finito l’amore. “Il nostro è stato un colpo di fulmine, diversi come il giorno e la notte, ci ha uniti il desiderio di appartenenza. Ma lavorando siamo cresciuti in modo diverso. So che uno come lui non lo troverò più, ma non era la mia persona. E lui deve trovare una donna che se lo meriti, un po’ più tradizionale, forse. Io soffrivo che ci fosse una regola nel formare una famiglia. Va bene il pranzo dai parenti, il viaggio con gli amici di sempre, ma poi voglio anche un’avventura. Va bene la voglia di fare un figlio, ma se non viene pazienza, la mia famiglia sei tu”.

Andrea Delogu e i figli

Il discorso infine cade sul tema dei figli. “Pensavamo: se vengono bene. Poi non sono venuti. Stavamo insieme da sette anni, sposati da quattro, non ci siamo dati tanto tempo. Quando ci siamo accorti di adorarci senza più amarci ce lo siamo anche detti: un figlio aiuterebbe. Ma poi ho pensato: che senso ha costruire una famiglia se la storia già non sta funzionando? Siamo ancora liberi e giovani. Io i miei 39 anni non me li sento”.