Belen, Corona e la cocaina: tutto una messa in scena o coincidenze che hanno dell’incredibile?

Pubblicato il 3 agosto 2010 9:23 | Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2010 9:23

Sorprendente quanto i servizi sull’afa, è arrivata nelle ultime due settimane la puntata estiva del tormentone Corona-Belen. Arricchita, quest’anno, da una inaspettata sottotrama melodrammatico-giudiziaria.

La soap-opera patinata è ricominciata con uno scoop che pare a orologeria: i due si lasciano, guarda caso in concomitanza con l’elezione di Belen a “reginetta” di Sanremo 2011, assicurando così alla showgirl le copertine di mensili e settimanali, da Chi a Vanity Fair.

Il fotoromanzo non ci risparmia tutti gli ingredienti cari ai patiti del genere: vacanze bollenti a Formentera, probabili litigi per gelosia sul finale, lei che si trattiene oltre e va a Ibiza, incontra “per caso” il suo ex mai dimenticato “ma sono solo amici”. Torna in Italia, poi parte per Parigi, lui la caccia di casa e le butta le valige per strada. Anche lei gli dichiara addio, ma siccome la cosa puzza di messa in scena (avevano organizzato tanto di servizio fotografico con tatuatore che le immortalasse sulla pelle il momento, riporta Novella 2000), scatta la meta-finzione riflessiva: la storia delle valige era una messa in scena, lui non era geloso e lei l’ha lasciato perché non ce la faceva più a vivere così, continuamente nello spettacolo, dichiara Belen in un’intervista a Vanity Fair.

Quasi stavolta convince, mentre giura che è per sempre. E quasi ci dispiace per lei quando il suo ex («tanto di cappello agli uomini che, quando incontrano una donna confusa – una ancora fragile e in cerca di serenità – non se ne approfittano») viene fotografato da Chi «pizzicando il lato B» della bionda amica Sandra.

Ma trattenete le lacrime perché i nostri eroi si rincontrano a Barcellona, per chiarirsi “in privato” (ma naturalmente in un ristorante accessibile ai fotografi) e, “colpo di scena”, se ne vanno via insieme, dopo qualche mezzo bacio. Il dramma-lampo pare essersi consumato e superato nel giro di una settimana ed ecco che all’orizzonte spunta l’inchiesta giudiziaria sulla coca all’Hollywood.

La terra trema sotto i piedi di Belen: il sindaco di Sanremo la vuole scaricare anche per “coerenza” col caso Morgan, si teme che la sua immagine possa risentirne nell’Italietta ipocrita e moralista dove tutti sanno (e fanno), ma puntualmente si indignano e bacchettano, cadendo dalle nuvole.

Il suo indomito cavaliere la difende a spada tratta: la coca è stata un’esperienza giovanile. Presto tutto rientra: il sindaco fa un passo indietro, gli impegni professionali vengono confermati e la brutta avventura mediatica pare risolversi in uno scaldaletto alla Kate Moss, che ha dato alla soubrette argentina un altro po’ di quella visibilità che nel mondo dello show-biz non fa mai male, perché come diceva Oscar Wild “Non importa se bene o male, l’importante è che se parli”. Il lieto fine pare, dunque, salvo… almeno fino al prossimo scoop.