Belen Rodriguez, Andrea Iannone: “Brodino e a nanna alle 10. La nostra vita normale”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 gennaio 2018 13:49 | Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2018 13:49
belen-rodriguez-iannone

Belen Rodriguez, Andrea Iannone: “Brodino e a nanna alle 10. La nostra vita normale”

ROMA – La vita di Belen Rodriguez e Andrea Iannone? Poco social: la sera “brodino e alle dieci a nanna”. Parola dello stesso pilota della Suzuki, 29 anni, compagno da ormai due anni della showgirl argentina, con la quale avrebbe preso casa in Svizzera, sul lago di Lugano. Iannone per la prima volta ha raccontato la sua storia d’amore al settimanale Chi nel numero in edicola mercoledì 17 dicembre.

Parlando del tanto chiacchierato rapporto con la modella argentina, Iannone, al centro di un continuo gossip, chiarisce “di preferire la realtà vera a quella social. Belen e io non amiamo farci foto insieme, adoriamo goderci il tempo insieme e questo, per chi vive sui social o sui giornali, è un grandissimo male. Noi veniamo anche giudicati per questo. Noi non pubblichiamo foto sui social insieme e per tutti siamo: in crisi, lasciati, separati, eccetera. Ma il linguaggio dell’amore deve essere per forza questa storia qui? I nostri genitori sono cresciuti così? Ma dai. Io e Belen ci siamo conquistati con il tempo e oggi so che è la donna della mia vita”.

“Questa storia può durare in eterno o finire – aggiunge il pilota Suzuki – ma io ringrazierò sempre di averla vissuta perché in ogni caso sono diventato un uomo migliore. Quest’amore mi ha arricchito in tutti i sensi ed è successo grazie a una formula magica: la normalità. La mattina facciamo colazione insieme, poi lei porta il bimbo a scuola, andiamo in palestra. Il pomeriggio ognuno sbriga le sue cose di lavoro. La sera guardiamo la tv e andiamo a letto. Usciremo una volta ogni due settimane, tranne quando viaggiamo.

Posso guardare Belen e in due secondi le dico: “Fai la valigia e partiamo”. E lei mi segue. Lo abbiamo fatto l’ultima volta i primi di gennaio. Insieme con ‘Belu’ siamo andati a Dubai. E abbiamo trascorso una settimana nella normalità di chi ha la fortuna di godersi una vacanza simile. Noi siamo fortunati”.