Chiara Ferragni attaccata dalla Aida per la pelliccia di volpe: “Donna senza scrupoli”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Gennaio 2020 18:27 | Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio 2020 18:27
Chiara Ferragni attaccata dalla Aida per la pelliccia di volpe: "Donna senza scrupoli"

Chiara Ferragni con la pelliccia criticata dalla Aidaa (Foto Instagram)

MILANO  –  Aidaa, la Associazione Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, contro Chiara Ferragni, rea di aver indossato in una foto postata su Instagram una pelliccio con il collo apparentemente di volpe.

“I cuccioli di volpe destinati ad essere uccisi per diventare pelliccia, appena finito lo svezzamento vengono strappati alla madre e successivamente chiude in minuscole gabbie dove attendono in base al tipo di produzione di pelliccia il loro turno per essere uccisi – tuona la Aidaa in una nota -. I cuccioli di volpe vengono uccisi in due diversi modi. Se piccolissimi vengono ammassati in camere a gas ed uccisi con le esalazioni mortali di gas cosi come avviene per i visoni, oppure vengono uccisi in serie e immediatamente macellati per permettere il distacco della pelliccia ancora a sangue caldo. Una vita miserabile con la sola speranza di morire nella maniera meno crudele possibile, ecco cosa sta dietro alle pellicce di volpe indossate e promosse da Chiara Ferragni, una donna senza scrupoli che pur di guadagnare in passato ha fatto la promozione alle cinture e alle scarpe di pelle di cuccioli di coccodrilli uccisi sgozzati, ed ora si ripropone con un capo che gronda del sangue delle volpi (cuccioli e adulti) al solo scopo di far soldi”.

La Aidaa nella nota denuncia: “Chiara Ferragni non ha alcuna considerazione per la sofferenza degli animali ed è direttamente responsabile della loro morte, in quanto con la sua visibilità rende i capi che indossa e promuove molto popolari e di conseguenza con una fetta ampia di mercato. I soldi che finiscono nelle sue tasche – conclude l’associazione in una nota – sono macchiati di sangue cosi come macchiate di sangue di animali innocenti sono le sue azioni di promozione. Occorre boicottare in maniera pacifica ma sistematica le attività di questa persona”. (Fonte: Aidaa)