Chiara Ferragni contro il Corriere della Sera: “Ha definito le mie amiche grasse. Body shaming”

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 luglio 2018 18:36 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2018 18:36
Chiara Ferragni contro il Corriere della Sera: "Ha definito le mie amiche grasse. E' body shaming"

Chiara Ferragni contro il Corriere della Sera: “Ha definito le mie amiche grasse. E’ body shaming” (Foto Instagram)

MILANO – Chiara Ferragni contro il Corriere della Sera. Nel mirino della fashion blogger un articolo firmato da Maria Teresa Veneziani che definiva le sue amiche [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] che l’hanno accompagnata ad Ibiza per l’addio al nubilato “rotonde e felici”.

“Le mie amiche sono state descritte come “grasse” dal maggior quotidiano italiano. Per favore fatemi sapere cosa ne pensate”, ha scritto su Instagram Ferragni, a didascalia della foto incriminata che la ritrava a bordo piscina circondata dalle sue amiche in costume da bagno rosso, stile Baywatch.

“Chiara Ferragni, i capelli rosa e le amiche ‘sosia’ (rotonde e felici)”, era il titolo con cui il Corriere della Sera raccontava l’addio al nubilato della blogger. Ma quel riferimento a rotondità effettivamente difficili da vedere non è proprio andato giù alla influencer: “Trovo veramente assurdo che giornalisti possano scrivere cose del genere in un mondo in cui ci battiamo per far sentire bene le ragazze e a dar loro sicurezza, additare difetti fisici (miei o delle mie amiche) è veramente un messaggio sbagliatissimo”, ha scritto Chiara ai suoi 13,5milioni di follower.

E poco dopo ha aggiunto: “Penso che sia disgustoso mandare un messaggio come questo, specialmente quando tante ragazze stanno lottando col loro corpo per avere fiducia in se stesse. Io non mi sono mai sentita perfetta nella mia vita (neanche in questo momento penso di esserlo), ma sono sempre stata fortunata ad avere un buon rapporto con me stessa. […] Essendo un modello per tante donne, io cerco sempre di mandare il messaggio che loro devono sentirsi bene con se stesse, non sembrare perfette. Questo è il motivo per cui sono scioccata nel leggere questo messaggio sbagliato sul più importante giornale italiano. Diverso è bello. Non la perfezione è bella, ma l’essere felici, stare bene con se stessi è bello! Non lasciate che gli altri vi buttino giù o vi dicano chi siete, mai!”.

Alla fine, il quotidiano di via Solferino ha cambiato il titolo dell’articolo in questione, da “rotonde e felici” a “atletiche e felici”.