Christian De Sica e la reazione alla critica su Facebook: “Pijatelanderc***”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Dicembre 2018 10:04 | Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2018 10:04
Christian De Sica e la reazione a una critica su Facebook: "Pijatelanderc***"

Christian De Sica e la reazione alla critica su Facebook: “Pijatelanderc***”

ROMA – Christian De Sica risponde male a un utente Facebook che aveva criticato il nuovo film Amici come prima, che vede il ritorno della coppia con Massimo Boldi. Tal Roberto Taddeucci aveva commentato: “Il fatto che tanti italiani tornino nei cinema a vedere questi deprimenti e pessimi cinepanettoni con l’ormai tragica accoppiata Boldi-De Sica dimostra che questo Paese è irrecuperabile”. La risposta di De Sica è arrivata con un diretto e romanissimo “Pijatelandercu***”. Rimane un dubbio: il profilo di De Sica è quello ufficiale o siamo davanti a un fake?

A 13 anni da Natale a Miami, De Sica e Boldi tornano insieme sul grande schermo per un film diretto dallo stesso De Sica, insieme al figlio Brando: Amici come prima, in uscita il 19 dicembre in oltre 500 copie con Medusa. Una pellicola che, a detta del regista, ha i suoi modelli di riferimento in commedie come Tootsie e Mrs Doubtfire in cui un uomo si finge donna per necessita. Nel cast dell’ottavo film da regista di Christian De Sica (che sulla presenza di Brando spiega: “Sono stato io a chiederglielo, è stata una svolta perché avere un regista giovane che si occupa di due attori meno giovani è stata una ventata di vitalità”) anche Maurizio Casagrande, Regina Orioli e Lunetta Savino. 

“Noi ci conosciamo da tanti anni, prima di fare il cinema, suonavamo insieme nelle balere – spiega l’attore romano durante la presentazione alla stampa – abbiamo fatto feste e poi ci siamo separati e ritrovati nel primo Yuppies. Ci siamo incontrati a una festa di un nostro amico ed eccoci qua un’altra volta ed è come se non fossero mai passati, il primo giorno abbiamo ballato benissimo insieme come Ginger e Fred”. Quando la coppia si è separata Boldi e De Sica hanno intrapreso strade diverse e spesso hanno battibeccato a distanza. Ma ormai è acqua passata, tutto dimenticato.

“Non è vero che abbiamo avuto discussioni – spiega – non si è trattato di un litigio tra noi due. Il fatto è che lui firmò un contratto con la casa di produzione Medusa mentre io rimasi con Aurelio De Laurentiis. Questo di fatto impedì per molti anni che girassimo un film assieme, ma il rapporto personale tra di noi non ne fu danneggiato e adesso finalmente siamo tornati per la gioia di grandi e piccini a fare un film di Natale”.

Per spiegare a quali film si ispiri Amici come prima, De Sica cita commedie fortunatissime in cui un uomo si veste da donna per necessità. “Inizialmente avevamo pensato ad una storia drammatica – racconta – un uomo che si trasformava in una donna perche’ voleva cambiare, trovarsi meglio in certe situazioni. Poi invece siamo andati più dalla parte di Tootsie, Mrs Doubtfire, e abbiamo pensato al personaggio di un matto miliardario che finge di essere paralitico perché è un pigro che passa le giornate con le escort. Chi potevamo chiamare per avere un grande comico a interpretarlo se non Massimo Boldi? Lui sul set ha portato la sua vis comica che tutti conosciamo da improvvisatore. E’ stato come se fossimo rinati e ringiovaniti”. 

Una sensazione che viene confermata anche da Massimo Boldi. “Tornare insieme è stata una grande gioia – racconta il comico di Luino – e abbiamo ritrovato una grande intesa. Quando abbiamo fatto il primo ciak siamo partiti come ci fossimo lasciati la sera prima. Questa è la magia che ci lega, siamo non amici come prima ma amici veri”.