Cristina Plevani del Grande Fratello oggi fa la cassiera: “La gente gode, mentre…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 gennaio 2018 16:46 | Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2018 16:46
cristina-plevani

Cristina Plevani del Grande Fratello oggi fa la cassiera: “La gente gode, mentre…”

ROMA – Vi ricordate di Cristina Plevani? Oggi la storica vincitrice della prima edizione del Grande Fratello fa la cassiera.

E, intervistata da gay.it, risponde a chi si è stupito per la svolta: “Tutto questo clamore, a me, fa sorridere, ma allo stesso momento mi lusinga molto. Il fatto di non essere più in video e di avere ancora così tanta attenzione mi fa sentire, bonariamente parlando, importante. Non andare in tv non fa di me una persona di Serie B come in molti stanno cercando di farmi passare”. Il riferimento, spiega, è ai giornalisti che “creano titoli ad effetto per sminuirmi”. Dunque si toglie altri sassolini dalle scarpe: “C’è gente che mi critica, così, tanto per e poi c’è gente che mi elogia, ma che poi critica, a sua volta, tutti quelli che stanno in tv. Ho lavorato come bagnina, come istruttrice di fitness e ho gestito anche un campeggio, ma quello a quanto pare non ha mai fatto notizia”.

l clamore, spiega, è partito in seguito a un suo post su Facebook, “dove raccontavo che molta gente, mentre lavoro, non fa altro che bisbigliare. Ho sentito qualcuno che ha detto: Guarda che fine che ha fatto quella lì, come se svolgere la mansione di cassiera sia un lavoro da sfigati, o da persone alla canna del gas. È come se la gente godesse nel vederti non più in tv“. Ma il cambiamento, aggiunge, “non lo sto vivendo affatto male. Non avrò uno status sociale, ma non ho neanche un codice a barre che mi identifica in qualcosa. Ho fatto e faccio tante cose, se poi la tv chiama, rispondo, ma se non chiama, non mi ammazzo di sicuro”. Infine, la Plevani spiega che quella di sparire dalla tv non è stata “del tutto” una sua scelta: “Non arrivando più grandi proposte lavorative mi sono rimboccata le maniche. E visto che sono un bagnina, ho sfruttato quel brevetto per diventare insegnante”.