Elisa Isoardi e il post sospetto: “Ho imparato che si può volare anche soli”. Crisi con Salvini?

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 luglio 2018 18:04 | Ultimo aggiornamento: 4 luglio 2018 18:04
Elisa Isoardi e il post sospetto: "Ho imparato che si può volare anche soli". Crisi con Salvini?

Elisa Isoardi e il post sospetto: “Ho imparato che si può volare anche soli”. Crisi con Salvini?

ROMA – Prima le camicie amorevolmente stirate, poi la svolta mistica con la preghiera dedicata alle coppie in crisi. “Ma era per una zia malata”, ha assicurato Elisa Isoardi. Fatto sta che ogni volta che si affaccia su Instagram la bella compagna di Matteo Salvini non fa che scatenare dibattiti e congetture sulla sua storia d’amore. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] L’ultimo chiacchiericcio è nato da un post sibillino che recita così: “E ho imparato che si può volare anche soli se non c’è nessuno che merita il tuo cielo”.

Si tratta della citazione di un verso del cantautore Gio Evan che fa da didascalia ad un selfie della Isoardi. Seguono gli hashtag #sipuòfare e #credetemi. Ancora una volta il popolo del web si è scatenato, interrogandosi sul significato da attribuire alle esternazioni della conduttrice.

Esattamente come quando la Isoardi aveva messo in allarme i follower con una preghiera del culto mariano dedicata alle coppie in crisi. Ma erano solo illazioni, ha giurato lei che si è allontanata dai riflettori e dal fianco di Salvini per assistere una cara zia malata.

Ora però la Isoardi ci è ricascata con una canzone per cuori solitari. C’è chi fa notare che le apparizioni in pubblico col vicepremier risalgono ormai all’inizio dell’estate. E chi invece osserva che il neo ministro dell’Interno è, per ovvie ragioni, in altre faccende affaccendato. E comunque la loro storia ha già superato numerosi ostacoli, come quando la scorsa estate la Isoardi venne paparazzata con un altro uomo a Ibiza. L’amore vinse e i due tornarono insieme.

Intanto però i follower si sono scatenati. “Vi siete lasciati?”, domanda qualche pettegolo. “Stai meglio da sola”, sentenzia qualcun’altro. Fino ai più sfacciati: “Ti sposo io”.