Emis Killa: “Sono stufo di essere bello”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Giugno 2015 12:10 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2015 12:10
Emis Killa (foto Ansa)

Emis Killa (foto Ansa)

ROMA – Il rapper Emis Killa sarà il presentatore degli MTV Awards previsti per domenica 14 giugno dal Parco delle Cascine di Firenze. Intanto, ha svelato a sorpresa sui social il titolo del nuovo album: Keta music – Volume 2. Questa l’intervista a Vanity Fair.

Pochi giorni fa sui social è apparsa la copertina e il titolo del nuovo album (Il disco, Keta music – Volume2, ndr), è un riferimento al suo primo Keta Music?
«Ovviamente non è uguale al primo, sono passati anni, ma da parte mia c’è stato il desiderio di fare rap come mi piace, senza filtri o ricerca di pezzi radiofonici: non c’è nulla di radiofonico in Keta music Vol.2».

Ci può dire qualcosa?
«È un album con due anime: da una parte ha sonorità molto street, da rap classico; l’altra parte è più tamarra, è molto suonato».

È una scelta particolare, in un momento così intenso della sua carriera.
«Volevo soddisfare la mia voglia di fare un progetto a modo mio. Magari è solo una parentesi per il prossimo disco, ma in questo periodo in cui mi lamento delle ragazzine che non si interessano alla musica ma mi dicono solo che sono bello, ho sentito l’esigenza di fare qualcosa più per il pubblico maschile».

La fatica di essere un sex symbol per ragazzine?
«A me piace l’idea di avere un pubblico di ragazzini, mi fa piacere “educarli”, però devono stare attenti: altrimenti andavo a fare l’insegnante. L’anno scorso era talmente esasperato che mi sono rasato a zero e invece mi hanno scritto “Mi piaci lo stesso”. Invece io vorrei critiche sull’album» (…).