Fabio Rovazzi: “Soffro per la lite con Fedez. Ci vorrà del tempo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 agosto 2018 11:09 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2018 11:09
fabio rovazzi

Fabio Rovazzi: “Soffro per la lite con Fedez. Ci vorrà del tempo”

ROMA – Fabio Rovazzi non andrà al matrimonio dell’anno, quello che si terrà il 1 settembre a Noto tra Chiara Ferragni e Fedez, ma non esclude la possibilità di ricucire i rapporti con lo sposo. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] L’attore e cantante, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, è tornato a rispondere alle domande sulla fine del suo rapporto professionale e d’amicizia con Fedez, interrotto bruscamente e senza ragione nota al pubblico, dopo aver firmato insieme diversi successi.

Sull’abbandono dell’etichetta Newtopia, si limita a dire che “volevo creare una mia realtà”. Sul rapporto con Fedez, aggiunge qualche dettaglio in più.

“Risanare i rapporti? Dipende dal tempo. Quando litighi o hai un’incomprensione, il tempo aiuta. Sulle scuse, sui motivi, non è che raccontandoli a un giornale migliori le cose. Certo che soffro per questa situazione, i rapporti sono la cosa più bella della vita. Non c’è nessuna “Yoko Ono” in questa storia. Mi fa impazzire che tutti cerchino il motivo della rottura. Anche sugli auguri per la nascita del figlio…non è che se non li vedi su Instagram, non glieli ho fatti. Cosa resta del trio Rovazzi, Fedez e J-Ax? Con J-Ax e tutto a posto, sul resto non rispondo”.

Nonostante non collabori più con Fedez, nel tempo Rovazzi ha creato nuovi sodalizi artistici, in particolare con Morandi e Al Bano.

“Stando con loro impari. Gianni, col successo che ha, potrebbe dire basta, ma vuole bene alla gente. Va lui da loro. Entra in un posto e dice: vuoi fare una foto con me? Al Bano ha una concezione dello sharing che non è normale. La sua tenuta pugliese è incentrata su di lui, ma dà lavoro alla gente. Molti artisti si costruiscono un castello e finisce lì. Lui no, lui accoglie i fan”.