Fabrizio Corona: “Prendo il Cialis, il pene non vuole pensieri”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 gennaio 2019 10:44 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2019 10:44
Fabrizio Corona: "Prendo il Cialis, il pene non vuole pensieri"

Fabrizio Corona: “Prendo il Cialis, il pene non vuole pensieri” (Foto Ansa)

MILANO – Fabrizio Corona torna a raccontarsi. Ma questa volta non lo fa da uno dei salotti di Barbara D’Urso o di Silvia Toffanin, ma dalle colonne del Corriere della Sera. E riesce a stupire un’altra volta, parlando di Viagra e di chirurgia plastica. Ma anche del suo amore per Belen Rodriguez. 

Intervistato da Candida Morvillo l’ex paparazzo dei vip riprende il titolo della propria autobiografia e dice: “Mi hanno buttato in galera sei volte, ma sono ancora qui, non mi hanno fatto niente”. Eppure nello stesso libro confessa di aver preso talmente tanti farmaci in carcere da avere bisogno del Cialis (simile al Viagra), oltre che di sonniferi per dormire. “Prendo pillole tutto il giorno: per allenarmi, per dormire, per stare in piedi, per fare l’amore”, racconta. “Il pene non vuole pensieri. Con tutti i pensieri che ho, mi è difficile staccare il cervello e dedicarmi al sesso o all’amore, allora prendo il Cialis”.

Nonostante il carcere, comunque, ammette di lavorare ancora in nero. “Quasi tutti quelli come me sono pagati in nero, inclusi i fenomeni trap che si vedono sui social che contano e buttano per aria quei soldi. Perché quelli non li indaga nessuno? Io poi dichiaro tutto. Faccio autofatture. Sono ipercontrollato da prevenzione, Stato, banca. Ho un conto in una banca d’investimenti con un Cda mostruoso e ogni mese prendiamo il nero, viene dichiarato, autofatturiamo”.

E proprio per lavoro, dice, in carcere ha ricevuto più volte il proprio chirurgo plastico: “Io lavoro con la mia immagine. Sono rifatto completamente, anche se non si vede. Però, se ti metti filler e Botox e hai le cartelle cliniche, devi ricontrollarli. Ogni due o tre mesi faccio Botox, filler, trattamenti vari. Il chirurgo veniva a controllare, non poteva iniettare. Poteva spalmare”.

Corona parla anche di Asia Argento: “Siamo due anime folli. Non era un contratto, sono solo uno che, in tre secondi, se sente una vibrazione con una donna, ci prova. Dopodiché, so cosa può portare il gossip. Infatti, tutte le trasmissioni ne hanno parlato”. Ma ammette di aver fatto fare lui le foto del loro primo appuntamento. 

Ma il suo vero amore sembra essere ancora Belen Rodriguez. Nel libro scrive che se potesse chiederebbe a Dio di fare famiglia con lei: “La verità è che, adesso, non sarei pronto e scapperei. Ci tornerei subito, ma lei dice che è per riformare la coppia “Al Bano e Romina” più famosa d’Italia, o “Bonnie e Clyde”. Ha ragione, forse. Per strada, la gente ci vede e rimane allibita, perché rappresentiamo qualcosa di unico. E forse noi stessi vediamo in noi quella cosa lì”.