Fabrizio Corona compie 47 anni. Il messaggio dal carcere: “Quello che mi avete fatto è imperdonabile”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Marzo 2021 16:54 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2021 16:54
Fabrizio Corona compie 47 anni. Il messaggio dal carcere: "Quello che mi avete fatto è imperdonabile"

Fabrizio Corona compie 47 anni. Il messaggio dal carcere: “Quello che mi avete fatto è imperdonabile”

Fabrizio Corona, da lunedì nel carcere di Monza, compie 47 anni. Sul suo profilo Instagram, gestito dai collaboratori, gli auguri per Fabrizio con un’immagine di lui imbavagliato: “47 anni, 6 di galera, 1 di comunità, 12 anni di processi e 20 giorni di sciopero della fame. ‘Quello che mi avete fatto è imperdonabile'”.

Fabrizio Corona e lo sciopero della fame, parla la mamma: “È malato, deve ritornare a casa. In cella può togliersi la vita”

Fabrizio Corona è in sciopero della fame dopo che il Tribunale di sorveglianza di Milano gli ha revocato la detenzione domiciliare.

Nei giorni scorsi la madre, Gabriella Privitera, lo ha visto nel reparto di psichiatria del Niguarda dov’è ricoverato.

“Come l’ho trovato? Molto dimagrito – spiega la madre di Corona a Giuseppe Guastella del Corriere della Sera – Ho cercato di convincerlo a prendere almeno un po’ di zucchero, ma non vuole niente. Non si aspettava la decisione della Cassazione. Si sente vittima di un’ingiustizia e di accanimento: quei mesi li ha scontati. Fabrizio ha una malattia psichiatrica: disturbo borderline con disturbo bipolare di tipo narcisistico associato ad una sindrome depressiva maggiore”.

 

Fabrizio Corona, parla la madre: “E’ malato. Ho l’impressione che i giudici aspettino che li sfidi per poterlo punire”

È stato condannato a una pena spropositata, tecnicamente ineccepibile. Ha scontato più di 8 anni e ne deve fare altri 4. I giudici lo hanno fatto uscire due volte, ma non ha rispettato le regole ed è tornato in carcere. Ha giocato male le sue carte.
“È una considerazione che non ha senso perché Fabrizio è malato. Io non l’ho mai difeso dicendo che non ha sbagliato, ma, si creda o no, questi sbagli sono stati fatti quando usava stupefacenti e perché è malato. In questi anni ha fatto una terapia preziosissima che ha prodotto grandi miglioramenti. Non commette reati da molti anni. Ha solo trasgredito le regole, questa volta molto, molto meno della precedente. Fabrizio lancia sfide e io ho l’impressione che i giudici aspettino che li sfidi per poterlo punire, invece di fare in modo che sia protetto dai suoi comportamenti. L’ordinanza, per come mi è stata spiegata dagli avvocati, nega il lavoro fatto dal magistrato Simone Luerti, che aveva messo Fabrizio in affidamento per motivi pschiatrici, e non tiene in alcun conto le relazioni delle quattro strutture molto serie che lo hanno accompagnato nel suo percorso riabilitativo”.

Fabrizio Corona, parla la madre: “Temo che possa togliersi la vita”

Teme che si uccida? “È la cosa che temo di più a causa della malattia. Mi appello alla dottoressa Di Rosa affinché lo incontri”.