Fabrizio Corona, la lettera di Don Mazzi: “Da noi non avrai alcun privilegio, ma…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 luglio 2015 12:36 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2015 12:36
Fabrizio Corona (foto Ansa)

Fabrizio Corona (foto Ansa)

ROMA – “Molti si sono arrabbiati vedendoti uscire dal carcere per entrare in comunità, – scrive Don Mazzi in una lettera pubblicata da DiPiù e indirizzata a Fabrizio Corona, ospite in una sua comunità – pensano che sei un privilegiato, ma non è così. Caro Fabrizio, finché tu sarai fra noi, non avrai alcun privilegio, ma sarai uno come gli altri, abituato a lavorare con gli altri, per gli altri e in mezzo agli altri, per imparare a tornare con i piedi per terra”.

Fabrizio Corona è ormai da qualche settimana ospite della comunità Exodus di don Antonio Mazzi, in affidamento in prova ai servizi sociali dopo essere stato scarcerato. “Per la gente – scrive ancora Don Mazzi – sei sempre vincitore. Ma per me, a guardarti in faccia, a parlare un po’ con te, ogni volta mi si strappava il cuore. Poi ho capito: il problema era che il tuo protagonismo e il tuo egoismo avevano spento la parte più vera di te, ma dentro tu sei pieno di arte, creatività e bontà”.