Fabrizio Corona: “Ho lasciato Silvia Provvedi perché…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 maggio 2018 16:55 | Ultimo aggiornamento: 16 maggio 2018 16:55
Fabrizio Corona lascia Silvia Provvedi perché

Fabrizio Corona: “Ho lasciato Silvia Provvedi perché…”

ROMA – Fabrizio Corona ha lasciato Silvia Provvedi. Lei lo ha aspettato mentre era in carcere e le è sempre rimasta vicina, ma in una intervista al settimanale Chi l’ex fotografo dei vip, riabilitato a lavorare e a usare i social, ha capito che con lei era finita: “Avevo da subito fame di vita, non degli abbracci di Silvia”. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,Ladyblitz – Apps on Google Play]

Corona si è raccontato nella lunga intervista e ha parlato dei motivi che hanno portato alla rottura con la Provvedi, anche se ammette le sue colpe:

“Silvia Provvedi non mi ha mai abbandonato. Era come se fosse con me in galera. Avevo la cella tappezzata delle nostre foto. Sarò sempre in debito con lei, mai nessuna donna ha fatto tanto per me. Ha rinunciato alla sua vita, per vivere la mia. Recluso io, reclusa lei. Ha messo nell’armadio il suo divertimento per non farmi stare male e portarmi ogni santa volta un sorriso, una parola, un abbraccio. Ma con lei ho sbagliato. Sono uscito dal carcere ed è come se nella mia mente ci sia stato uno ‘scatto meccanico’. Lei è corsa ad abbracciarmi, io ho guardato fotografi e cameraman. Lei è diventata trasparente e le uniche parole che ho detto dinanzi a una fan che urlava ‘Corona, sei un mito’, sono state ‘lo so’. Mi spiace, ma avevo da subito fame di vita. E non degli abbracci di Silvia”.

L’ex re dei paparazzi dunque fa mea culpa e si scusa con l’ormai ex fidanzata per il suo comportamento:

“Ho ripreso a far l’amore con il mio lavoro – continua -. E Silvia era lì che mi guardava, che mi aspettava, che forse capiva. Forse… Siamo entrati in crisi. Dentro di me non ho mai smesso di amarla. Mai. Ma il lavoro mi ha allontanato da Silvia, che invece aveva bisogno di noi. Pensavo potesse comprendere, non lo ha fatto. Oggi, purtroppo, è finita”.