La Confessione, Fabrizio Corona: “Lele Mora? Sono stato il più grande amore della sua vita”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 ottobre 2018 14:16 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2018 14:16
La Confessione, Fabrizio Corona: "Lele Mora? Sono stato il più grande amore della sua vita"

La Confessione, Fabrizio Corona: “Lele Mora? Sono stato il più grande amore della sua vita”

ROMA – Continuano ad uscire stralci dell’intervista che Fabrizio Corona ha concesso a Peter Gomez. Questa volta si parla di Lele Mora:

“Io Lele non l’ho mai ammirato, perché è stato il mago di questo lavoro attraverso rapporti di pubbliche relazioni, ma se lui fosse stato strutturalmente costruito per fare l’imprenditore di quel mestiere – dice Fabrizio Corona -, sarebbe potuto diventare veramente l’uomo più importante d’Italia. Perché in quel momento aveva le mani ovunque”.

Il giornalista vuole saperne di più sui rapporti con la stampa: “Il fatto che tanti direttori di giornale, anche importanti, frequentassero casa di Lele Mora, ha fatto sì che voi, considerandovi un gruppo solo, abbiate goduto particolarmente di buona stampa in quel periodo?”. “No, perché noi la stampa la governavamo”, risponde Corona. “Mora quindi dava dei titoli ai direttori di giornali”, chiede ancora il direttore de ilfattoquotidiano.it.  “No Mora non dava dei titoli – ribatte Corona -, glieli davo io. Mora non aveva la capacità intellettuale e imprenditoriale di fare questo”.

“Ma che razza di relazione avevate lei e Lele Mora? A Lele Mora, dichiaratamente, piacciono i ragazzi”, domanda Gomez . “Non dichiaratamente perché è sposato e con due figli – precisa il fotografo -. Non gli piacciono i ragazzi omosessuali. È differente. Gli piacciono i ragazzi eterosessuali”. “Quindi che rapporto avevate?”, rintuzza Gomez. “Non avevamo un rapporto sessuale. Per lui io sono stato il più grande amore della sua vita, perché sono stato l’unico che non ha mai avuto”, chiosa Corona.