Fausto Brizzi e il caso delle presunte molestie: “Sono innocente. Non paragonatemi a Weinstein”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 luglio 2018 11:45 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2018 11:45
fausto brizzi ansa

Fausto Brizzi (foto Ansa)

ROMA – Torna a parlare dopo mesi di silenzio il regista Fausto Brizzi [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] e lo fa attraverso le pagine del settimanale ORA in edicola da oggi, 19 luglio.

Brizzi racconta del periodo difficile in cui si è dovuto difendere dalle accuse di molestie sessuali. Ad aiutarlo sua moglie Claudia Zanella che nel momento di difficoltà non lo ha abbandonato e soprattutto ha creduto alla sua versione dei fatti: “Sa che sono innocente: diversamente mi avrebbe lasciato. Il nostro matrimonio poteva crollare, invece ne esce rafforzato! Mi ha dato la più grande dimostrazione d’amore difendendomi e scendendo in trincea sotto un cielo aperto di bombe”.

Non ci sta Brizzi a essere paragonato a Weinstein: “Ho preparato la linea di difesa con i miei avvocati e replicherò rigettando una per una le accuse, perseguendo coloro che si sono rese complici accusandomi con questa diffamazione, dalla prima all’ultima, per il semplice fatto che sono innocente”.

Per fortuna c’è l’amore ma anche il lavoro continua a dare soddisfazioni al noto regista. “Ho scritto il film di Natale che segna le reunion di Boldi e De Sica” afferma Brizzi.