George Michael è schiavo del crack, l’appello della famiglia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 luglio 2015 9:31 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2015 9:31
George Michael (foto Ansa)

George Michael (foto Ansa)

ROMA – George Michael è schiavo del crack: a raccontarlo è, intervistata dal Sun, Jackie Georgiou, moglie del cugino del cantante. La donna ha raccontato al “Sun” di come Michael sia stato segretamente in rehab in Svizzera per un anno intero per cercare di liberarsi dalla sua tossicodipendenza.

“Ci sono stati party in cui sveniva dalla quantità di droghe assunte – ha raccontato al “Sun” -. Si svegliava coperto di vomito. Cose orribili. Stava davvero male”. “Il fatto che sia stato in rehab per un anno la dice lunga sulla gravità della sua tossicodipendenza – aggiunge Jackie Georgiou -. Tutti quelli che lo vedono dicono che non è più lui, la scintilla se ne è andata. E so che beveva ancora dopo un anno di clinica. E questo è davvero male”. “Sta facendo soffrire molte persone – continua – comprese le sue due sorelle. E sta mettendo la sua vita in serio pericolo”.