Marina La Rosa confessa: “Come ho bruciato tutti i miei soldi dopo il Gf”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 luglio 2018 15:42 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2018 15:42
Marina La Rosa confessa: "Come ho bruciato tutti i miei soldi dopo il Gf"

Marina La Rosa confessa: “Come ho bruciato tutti i miei soldi dopo il Gf”

ROMA – “Tutti i miei soldi sono volati via”. Così Marina La Rosa, oggi 40 anni, confessa in un’intervista al Quotidiano Nazionale di aver sperperato tutto il denaro piovutole addosso dopo l’esperienza al Grande Fratello. E’ stata una delle protagoniste della prima seguitissima edizione: nella casa più spiata d’Italia fece perdere la testa al compianto Pietro Taricone. E dopo, tra ospitate in tv e in discoteca, aveva messo da parte un bel gruzzoletto. Tutti andati in fumo però. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]

Intervistata da Piero Degli Antoni, la ex gieffina ha parlato della sua esperienza in tv e dei progetti per il futuro. Oggi è sposata con un avvocato e madre di due figli. Ha una laurea in psicologia e negli anni ha fatto anche teatro.

All’epoca Pietro Taricono disse di aver guadagnato, con la sola esperienza del Grande Fratello, un miliardo e settecento milioni di lire. Marina La Rosa non fu da meno ma è andato tutto perduto. Come? “Semplice: mancanza di gestione a monte. I soldi vanno via senza che tu te ne accorga. Compri una macchina, fai un viaggio, prendi una casa in affitto a un prezzo spropositato (5mila euro al mese per un appartamento in centro a Roma, ndr), poi fai un altro viaggio, magari affitti un aereo privato perché tanto ne guadagnerai ancora… Chiamiamola immaturità finanziaria. Come entravano così uscivano”.

Dopo il Gf però è arrivata la notorietà, le ospitate in discoteca. Altri soldi: “Con le serate, con la pubblicità, con le ospitate televisive… Ma quei guadagni erano fonte di grande imbarazzo. Tornavo in albergo e non ero felice, perché quei soldi mi sembrava di averli rubati. Un sacco di soldi solo per fare un sorriso, firmare un autografo…”.