Jerry Calà e quei 6 mesi in sedia a rotelle: “Lì ho capito…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 agosto 2018 12:18 | Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2018 12:18
Jerry Calà racconta quei 6 mesi in sedia a rotelle: "Lì ho capito..."

Jerry Calà e quei 6 mesi in sedia a rotelle: “Lì ho capito…” (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Jerry Calà ricorda in un’intervista a Moreno Amantini sul Giornale uno dei momenti più duri della sua esistenza, quando è stato costretto a vivere in sedia a rotelle dopo un incidente [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Ecco i momenti salienti dell’intervista:

Nel 1995 hai avuto un grave incidente e per sei mesi hai vissuto su una sedia a rotelle. Cosa ti ha insegnato quell’esperienza?

Che prima del successo, del lavoro e dei soldi c’è una cosa molto più importante che si chiama vita.

Come hai vissuto la disabilità?

Con tutte le difficoltà del caso di chi vive questa condizione, soprattutto in una grande città. Fortunatamente oggi ci sono molte meno barriere architettoniche rispetto ad allora, ma si può e si deve sempre migliorare.

Un’altra estate che va è il tuo nuovo singolo che ironizza molto sulla differenza generazionale…

Questa canzone nasce da un mio monologo in cui prendo di mira, con ironia, i giovani di oggi, rispetto a quelli che eravamo noi. Noi ci fidanzavamo ballando i lenti, loro si fidanzano su Whatsapp e si lasciano su Facebook. Meno selfie, “meno “chatto” e più contatto”, questo è il mio consiglio.