--

Kate Middleton-Royal Baby battono Facebook & co: privacy totale per ben 4 ore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Luglio 2013 9:44 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2013 9:44
Kate Middleton-Royal Baby battono Facebook & co: privacy totale per ben 4 ore

Kate Middleton, il principe William e il figlio (foto Lapresse)

LONDRA – Royal Baby batte social network 1-0. Il figlio di Kate Middleton e il principe William è riuscito a fregare Facebook, Twitter e i loro fratelli: lui è nato alle 16.24, l’annuncio ufficiale (e quindi il tam tam digitale) è arrivato solo 4 ore più tardi. Nessun altro evento al mondo è riuscito ad avere uno scarto così netto tra avvenimento e annuncio. Ne parla Valeria Braghieri su Il Giornale.

Scrive Braghieri:

È la monarchia l’ultimo posto dove la pri­vacy ha resistito. Nel rituale perfetto della na­scita del «royal baby», nessun tweet, nessun post su Facebook, nessuna indiscrezione «globale» si è permessa di sfregiare la segre­tezza di una tradizione intatta da secoli. Dal primo vagito (alle 16.24 inglesi di lunedì) alla comunicazione ufficiale della nascita del re­al bambino (alle 21.35 italiane), nulla si è frapposto alla sacralità della Corona

Invece, spiega Braghieri, tutti i rituali tradizionali sono stati rispettati:

Con il ritorno della regina a Buckingham Palace, i centotré colpi di cannone sparati, la missiva (che poi è stata una telefonata di William) a Sua maestà la nonna per avvisarla del fatto che era appena diventata bis-nonna, l’apprensiva attesa dei sudditi davanti all’ospedale, la sfinente odissea dei giornalisti di tutto il mondo fuori dallo stesso ingresso, il leggio dietro i cancelli del Palazzo, lo strillone, i telegrammi sudanti felicitazioni e convenevoli dei premier e dei capi di Stato.