Michelle Hunziker e la maga Clelia: “Pur di uscire dalla setta ero disposta a morire”

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 novembre 2017 6:00 | Ultimo aggiornamento: 21 novembre 2017 13:49
Michelle-Hunziker-setta

Michelle Hunziker (Foto Ansa)

MILANO –  “Ad un certo punto mi hanno detto che sarei morta se fossi uscita dalla setta. Io però ho maturato un disagio tale che mi sono detta: se il prezzo da pagare è questo, va bene, muoio”. A confidarlo, in una intervista al settimanale F, è Michelle Hunziker. 

La showgirl svizzera ha ripercorso gli anni bui della sua vita, quando era prigioniera, almeno psicologicamente, della setta della maga Clelia, all’anagrafe Giulia Berghella. Sarebbe stata lei, almeno in parte, la causa della separazione da Eros Ramazzotti, anche se, dice, “se avessimo avuto degli amici intorno magari avremmo potuto superarla. Ma magari no. Non ho rimpianti perché, alla fine, ho incontrato Tomaso”.

A starle vicino in quel periodo fu Antonio Ricci: 

“Ha fatto di tutto per aiutarmi: mandava gli inviati di nascosto nello studio di Clelia ma lei è furba, li beccava sempre. A un certo punto Antonio ha capito che per manipolarmi lavoravano per distruggere la mia autostima (…) allora ha iniziato a farmi complimenti per le mie idee, a darmi carta bianca sul lavoro. E io ho cominciato a pensare che forse tanto schifo non facevo”.

Alla fine, però, ad essere decisiva è stata Aurora:

“È proprio come essere tossicodipendente: puoi farti aiutare quanto vuoi, ma devi trovare dentro di te la volontà di smettere. Ma in seguito ho capito che era un modo per aiutarmi: la minaccia di perdere Aurora mi ha aiutato a uscire dall’incubo. Durante tutta la battaglia legale, però, Aurora è sempre rimasta affidata a me. L’ho sempre tenuta fuori da tutto quello che mi stava accadendo, non ne ha mai avuto sentore. Infatti quando ha letto il libro, è caduta dalle nuvole, non aveva mai sospettato niente. Per lei sono stati quattro anni normalissimi. La mia scelta, il mio cammino spirituale, è stato soltanto mio”.

Lei, comunque, non è stata certo l’unica vip a finire nella setta della maga Clelia, solo che, dice Michelle Hunziker,

“nessuno di quelli che sono stati dentro e ne sono usciti vogliono che si sappia, è un dolore troppo grande. Perché tanti pensano ancora che se qualcuno riesce a manipolare la tua mente significa che non sei molto intelligente”.

Tra i nomi famosi, però, ci sarebbe stato anche Silvio Berlusconi. Secondo quanto ha detto la showgirl, infatti, Clelia e il compagno, Emanuele, avevano ambizioni politiche:

“Emanuele è molto intelligente, molto colto. Clelia, più che entrare in politica, avrebbe voluto controllare la politica. Il meccanismo della P2 era quello a cui ambiva. E con Berlusconi c’è arrivata vicinissima…”.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other