Milano, Chiara Ferragni candidata all’Ambrogino d’oro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 ottobre 2018 13:04 | Ultimo aggiornamento: 15 ottobre 2018 13:04
Chiara Ferragni candidata all'Ambrogino d'oro a Milano

Milano, Chiara Ferragni candidata all’Ambrogino d’oro

MILANO – Chiara Ferragni è stata candidata all’Ambrogino d’oro, la massima onorificenza per gli abitanti di Milano. A fare il nome della influencer che a soli 31 anni è una imprenditrice di successo è stato Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia. “Al di là dei giudizi di valore, Ferragni è una professionista di enorme successo”, ha sottolineato Comazzi. La influncer sarà dunque tra gli altri candidati e nel giorno di Sant’Ambrogio a dicembre si saprà finalmente chi è il cittadino che ha reso grande Milano con il suo impegno.

Il capogruppo di Forza Italia del consiglio comunale di Milano ha motivato così la candidatura della Ferragni alla Commissione per le civiche benemerenze: “Al di là dei giudizi di valore, Ferragni è una professionista di enorme successo, con un fatturato di circa 10 milioni di dollari e un’azienda che dà lavoro a una ventina di persone e decine di consulenti. In più, stata tra i primi a comprendere le dinamiche di questa nuova epoca, in cui i social network sono entrati in modo incisivo nella vita quotidiana delle nuove generazioni”.

Che poi la Ferragni sia di Cremona, non è un problema. La influencer vive a Milano e ha aperto lì il suo primo negozio, sottolinea Comazzi ricordando come l’onorificenza sia stata assegnata anche a Linus, che non è certo milanese di origine.

Tra gli altri candidati ci sono Jacopo Tissi, primo ballerino italiano assunto al Bolshoi di Mosca, il manager Giordano Zucchi e Arianna Szorenyi, sopravvissuta ad Auschwitz, distintasi nel tempo per le sue testimonianze sulla Shoah. Milano progressista ha poi candidato Elio e le storie tese, protagonisti nel 2008 di un clamoroso rifiuto in disaccordo con la scelta di non assegnare l’Ambrogino d’oro a Enzo Biagi e la cittadinanza onoraria a Roberto Saviano.