Nicole Kidman: “Essere la moglie di Tom Cruise mi ha impedito di subire molestie”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 ottobre 2018 14:40 | Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2018 14:40
Nicole Kidman: "Essere la moglie di Tom Cruise mi ha impedito di subire molestie"

Nicole Kidman: “Essere la moglie di Tom Cruise mi ha impedito di subire molestie”

LOS ANGELES – “Essere la moglie di Tom Cruise, mi ha preservata dalle molestie”. Ne è convinta Nicole Kidman che in una recente intervista al New York Magazine svela interessanti retroscena sul suo matrimonio con l’attore di Mission Impossible. Per 11 anni, Cruise e la Kidman, sono stati la coppia perfetta di Hollywood. “Essere stata la moglie di un uomo estremamente potente – secondo l’attrice – ha impedito che venissi molestata sessualmente”.

Nicole Kidman, che è spesso restia a parlare di quel periodo della sua vita per rispetto di Keith Urban, suo attuale marito nonché “vero amore della mia vita”, è tra le più devote sostenitrici del movimento #MeToo ed è stata una delle prime a schierarsi apertamente contro Harvey Weinstein, nonostante non abbia mai subito spiacevoli esperienze sulla sua pelle. 

Al New York Magazine la star spiega di essersi sposata giovanissima per amore. “Essermi sposata con Tom Cruise a 22 anni è qualcosa di cui sono sempre restia a parlare- ha detto – perché ora sono sposata con l’uomo che è il mio grande amore e mi sembra quasi irrispettoso. Detto questo, mi sono sposata molto giovane, ma per me non era assolutamente una questione di potere: era protezione”. E aggiunge di essersi così sentita al riparo dagli abusi: “Lavoravo, ma ero ancora avvolta dal mio bozzolo, quindi quando ne sono uscita a 33 anni è stato quasi come crescere all’improvviso”.

Poi tra loro si è messa di mezzo la Chiesa di Scientology: come nel divorzio di Cruise con la seconda moglie Katie Holmes, anche il matrimonio con la Kidman è finito a causa dell’adesione dell’attore al controverso movimento.