Phil Collins vince la battaglia legale con l’ex moglie: la villa di Miami torna in suo possesso

di Caterina Galloni
Pubblicato il 8 Novembre 2020 12:30 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2020 19:57
phil collins foto ansa

Phil Collins vince la battaglia legale con l’ex moglie: la villa di Miami torna in suo possesso (foto ANSA)

Il cantante ha raggiunto un accordo con l’ex moglie. Phil Collins vince così la battaglia legale sulla villa di Miami.

Phil Collins ha raggiunto un accordo parziale con l’ex moglie. Orianne Cevey e il nuovo 31enne marito Thomas Bates lasceranno la villa di Miami.

A rivelare la notizia in esclusiva è il Daily Mail. Una dura battaglia legale in cui Collins, 69 anni, insisteva che Orianne Cevey-Collins, 46 anni, non aveva il diritto di vivere nella lussuosa proprietà con il nuovo marito e l’aveva citata in giudizio.

Ma a sorpresa, durante una videochiamata a tre su Zoom per trovare una mediazione, Orianne e Bates hanno deciso di lasciare la villa entro “metà gennaio” in modo che Collins possa venderla, secondo quanto riferito dall’avvocato della star, Jeff Fisher.

Fisher tuttavia ha rivelato che la battaglia legale sui 20 milioni di dollari chiesti da Orianne – circa la metà del valore della casa – non è stata risolta e ci sarà un processo.

Collins ha avviato l’azione legale per rientrare in possesso della villa all’inizio di questo mese, dopo aver chiuso con Orianne per la seconda volta.

La coppia si era sposata nel 1999 e ha avuto due figli, Nicholas, 19 anni, e Matthew, 15, ma si erano separati sette anni dopo.

Nonostante avessero concluso un accordo di divorzio record di $ 47 milioni, nel 2016 sono tornati insieme e vivevano nella casa di Miami acquistata da Collins.

La relazione è finita, stavolta sembra per sempre, quando ha scoperto che Orianne il 2 agosto aveva sposato in segreto Bates a Las Vegas. (Fonte: Daily Mail)