Il principe Carlo: “Sposare Diana fu un errore enorme”

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 novembre 2018 10:39 | Ultimo aggiornamento: 30 dicembre 2018 19:27
Il principe Carlo: "Sposare Diana fu un errore enorme"

Il principe Carlo: “Sposare Diana fu un errore enorme”

LONDRA – “Sposare Diana fu un errore enorme“. E’ la confessione choc che il principe Carlo affida alla sua nuova biografia Charles At Seventy: Thoughts, Hopes and Dreams, in libreria dal 1 novembre. Nella lunga intervista raccolta dal corrispondente reale Robert Jobson, il primogenito della Regina Elisabetta si racconta in modo inedito, in vista del suo settantesimo compleanno, il prossimo 14 novembre.

A 21 anni dalla scomparsa dell’indimenticabile Lady D, Carlo torna a parlare di quel matrimonio burrascoso che valse a Diana il soprannome di “principessa triste”. “Ci siamo visti 12 volte prima di sposarci – spiega – non ero in grado di capire se Diana fosse la donna della mia vita. Ho desiderato disperatamente annullare quel matrimonio quando durante il fidanzamento ho scoperto quanto fossero pessime le prospettive, non avendo avuto alcuna possibilità di conoscere la principessa in anticipo”.

Ma a spingerlo verso l’altare furono le pressioni del principe Filippo che gli avrebbe intimato: “O la sposi, o la lasci”. Nella biografia si legge ancora che “Carlo trovava l’umore altalenante e irrazionale della moglie impossibile da affrontare. I due avevano difficoltà anche nel dialogo. Pare che Carlo se ne fosse reso conto quando, provando a spiegarle le sue abitudini quotidiane, Diana sembrava non afferrare ciò che lui le diceva”.

Dopo la morte di Diana, Carlo avrebbe confessato agli amici: “Mi sento in colpa per averla portata in un mondo che non era il suo, costringendola a una vita che lei non era in grado di gestire”. Nonostante i rimorsi il principe, che nel 2005 ha sposato in seconde nozze Camilla, non sente di “incolpare nessuno di tutto quello che è successo, sono state scelte sbagliate. Ora con Camilla sono felice”-