Randi Ingerman: “Dovrei operarmi al cervello. Soffro di epilessia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 marzo 2018 12:05 | Ultimo aggiornamento: 19 marzo 2018 12:05

Randi Ingerman: “Dovrei operarmi al cervello. Soffro di epilessia”

ROMA – Randi Ingerman, modella e attrice americana, ha finalmente ritrovato la serenità dopo un periodo molto difficile.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Prima colpita dalla malattia e poi da tre terribili lutti familiari: quello della nipotina, del padre e del fratello. Randi è riuscita a rialzarsi ed ecco oggi cosa fa e qual è la malattia che l’ha colpita.

Nell’intervista a Vanity Fair, Randi Ingerman ha dovuto affrontare anche un tema doloroso come quello della malattia. “Fino ai 40 anni mi sono sentita sul tetto del mondo. Ero sana, bellissima e innamorata. Qualche tempo dopo, mi sono ritrovata imbottita di medicinali, in preda alle paranoie, sola e costretta a stare in casa”, ha raccontato spiegando che durante il reality La Fattoria nel 2006 ha avuto la sua primi crisi epilettica, cui ne sono seguite, molte, quasi in media una al mese.

Ha consultato diversi medici, finché dopo otto anni “una dottoressa ha trovato la diagnosi: epilessia causata da malformazione del lobo temporale sinistro. ‘Dobbiamo operarti’, mi ha detto, ‘e toglierti un pezzo di cervello’. Per ora, visti i rischi ed effetti collaterali dell’operazione, ho detto di no”. Per il momento ha deciso di curarsi con un olio di canapa prodotto in America, assolutamente legale, che le consente di attenuare un poco i dolori.

Ma la vita della Ingerman non è stata segnata soltanto dall’epilessia. Tra i suoi dolori c’è anche la morte del padre, quella del fratello per overdose di antidepressivi, ma anche quella della nipotina. La piccola era infatti stata allattata da una madre tossicodipendente e con tre aborti spontanei alle spalle.

“Ho sofferto, ho pianto, ma alla fine ho accettato il mio destino”, ha raccontato la donna. “Dio vuole qualcos’altro per me. Non un figlio, ma la possibilità di aiutare altri bambini”.

Randi Ingerman ha poi rivelato di aver ricevuto almeno sei proposte indecenti da parte di alcuni uomini potenti in Italia. “Mi hanno offerto palazzi, weekend romantici a Parigi… Una volta un principe arabo voleva affittarmi, nonostante fossi una americana ebrea. Poco dopo la mia separazione, un uomo molto famoso mi offrì 500mila euro per fingermi la sua fidanzata. Dovevamo farci fotografare insieme da un settimanale”.