--

Baffi di gatto, chiodi storti e sale grosso: i riti antisfiga dei vip

Pubblicato il 25 Novembre 2011 10:29 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2011 10:30

Lino Banfi (Foto LaPresse)

ROMA – Miriam Leone tiene in borsa un baffo del suo gatto, Fabrizio Frizzi indossa sempre le stesse mutande (lavate), Iva Zanicchi sale sull’aereo sempre con il piede sinistro, Emanuele Filiberto di Savoia si ferma davanti ad un gatto nero: sono alcuni dei gesti “antisfortuna” dei vip riportati nel libro scritto da Gian Maria Aliberti Gerbotto “Il metodo antisfiga – Le scaramanzie dei vip”.

Un prontuario delle scaramanzie dei vip con prefazione di Lino Banfi, avvertenze del Cicap ( il comitato per il controllo sul paranormale) di Piero Angela e conclusioni del cardinale Ersilio Tonini. E il ricavato devoluto alla ricerca sul cancro.

Il sale è uno degli “amuleti” più usati: Valeria Marini ne mette due pacchi – di quello grosso – nell’acqua della vasca una volta alla settimana e poi ci fa il bagno. Serena Dandini lo metteva agli angoli dello studio di “Parla con me”come amuleto “contro il Potere”, dice. Isabella Ferrari ne lancia manciate sotto il letto.

Massimo Boldi crede di riconoscere lo jettatore a vista, Federica Pellegrini si tocca il seno prima delle gare, mentre Valentina Vezzali, prima di salire in pedana, indossa sempre qualcosa di rosso contro l’invidia. Qualcosa di rosso anche per Cesarea Buonamici prima del tg, Alessandra Mussolini tiene nascosta sotto i capelli una treccina dorata. E poi i riti anti-jella di Rosa Russo Iervolino, la cartomante di Antonella Clerici, il santino russo di Tonino Guerra, il chiodo storto di Giulio Scarpati.