Tinder, appuntamenti da incubo: la modella Jodie Weston racconta le sue disavventure

di Caterina Galloni
Pubblicato il 21 Settembre 2019 5:39 | Ultimo aggiornamento: 20 Settembre 2019 20:08
Tinder, appuntamenti da incubo: la modella Jodie Weston racconta le sue disavventure

Tinder, appuntamenti da incubo: la modella Jodie Weston racconta le sue disavventure

LONDRA – Incontri da incubo su Tinder: la modella britannica Jodie Weston, 26 anni, ex star di “Rich Kids Go Skint”, ha raccontato la sua esperienza con l’app di incontri che ha utilizzato per due settimane così da poter incontrare il principe azzurro. Ma i tre appuntamenti si sono rivelati catastrofici: il primo pretendente ha passato tutto il tempo a fissarle il seno, si sporgeva al punto quasi di “mettere la testa nella scollatura”. Poi si è sporto troppo in avanti ed è caduto a terra.

Non è andato meglio il secondo: il potenziale principe azzurro l’ha invitata al cinema a vedere “Purge” ma mentre stavano per entrare in sala, Weston ha sentito le urla di una donna: era la moglie furibonda del fedifrago. A quel punto “ho augurato loro buona fortuna e sono scappata”.

Il terzo appuntamento è quello che si può definire un vero incubo, per la modella un’esperienza difficile da dimenticare. L’uomo si è presentato nel suo appartamento a Canary Wharf, a Londra, con un Chihuahua in regalo. Quando Weston ha rifiutato il dono, il suo viso si è completamente “trasformato, sembrava che il diavolo si fosse impossessato di lui” e se n’è andato portando via il cucciolo. Pensava di non rivederlo mai più ed rimasta scioccata quando giorni dopo, l’ha trovato seduto fuori dal suo appartamento.  

“Ho continuato a sentirlo per qualche giorno ma solo perché ero preoccupata per quel povero cagnolino: continuava a chiedermi di vederci, gli ho detto che sarei andata a casa della mia famiglia nel Derbyshire. Ma quando stavo per salire in macchina, lui era davanti al mio portone: è venuto con noi, è stato qualche giorno con la mia famiglia e ha chiesto al mio patrigno di adottarlo”.

“Quando sono tornata a Londra, ho cercato di avere il minimo contatto possibile ma un paio di settimane dopo, ho scoperto che il cane era morto, probabilmente perché gli stava dando da mangiare solo dolci e succo di mango”. “Ho cercato di chiudere completamente il rapporto ma era pressante. Una sera sono tornata a casa e il portiere mi ha detto che lui mi aveva lasciato un regalo. Era un enorme orso di peluche, il più grande che abbia mai visto. Un’ora dopo ha iniziato a scrivermi in modo ossessivo, chiedendomi se avessi ricevuto il regalo e aggiungendo che stava arrivando a casa mia”.

“L’ho minacciato di farlo bloccare all’ingresso del palazzo, ma è venuto lo stesso: mi ha detto che dovevo ridargli l’orsacchiotto o avrebbe chiamato la polizia. Lui è stato scortato fuori ma l’orsacchiotto è ancora a casa mia”.

Weston ha raccontato che queste non sono le uniche disavventure con gli uomini: un ragazzo l’ha invitata a Oxford Circus e poi le ha chiesto di pagare il conto da 200 sterline e un ex l’ha mollata mentre erano in vacanza nel bel mezzo del viaggio. Jodie ha deciso di smettere di usare le app online e tornerà ai metodi tradizionali così da poter incontrare l’uomo giusto, un marito che ogni ragazza sogna di incontrare anche se, osserva, “penso proprio di attirare i pazzi”. 

Fonte: Daily Mail