Vincent Gallo contro Asia Argento: “L’ho difesa da Weinstein e lei è tornata da lui”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 aprile 2018 13:52 | Ultimo aggiornamento: 4 aprile 2018 13:52
Vincent Gallo contro Asia Argento e Harvey Weinstein

Vincent Gallo contro Asia Argento: “L’ho difesa da Weinstein e lei è tornata da lui”

ROMA – Vicent Gallo attacca Asia Argento sul caso Harvey Weinstein: “Sono diventato nemico del produttore per difenderla e lei ha iniziato con lui una lunga relazione e mi hanno emarginato dal lavoro”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

L’attore e regista ai tempi delle presunte molestie subite dalla Argento era un suo caro amico, tanto che dopo che l’attrice si era confidata con lui aveva minacciato Weinstein e ne è diventato nemico. Gallo spiega che a quei tempi, Weinstein fece tutto il possibile per frenare le sue opportunità di lavoro, ma alla fine l’Argento cambiò versione dei fatti e iniziò una lunga relazione proprio col produttore che ha accusato di averla molestata:

“Ero vicino ad Asia Argento, ma non ci siamo mai fidanzati. Ricordo, però, di aver minacciato Harvey Weinstein per quello che Asia affermava di aver subito. Dopo, sono diventato un vero nemico di Harvey che ha fatto tutto il possibile per emarginare il mio lavoro e frenare le mie opportunità.

Ero il suo nemico e nessuno dalla stampa riprendeva le mie dichiarazioni contro di lui. Questo scontro è stato costoso per me nella vita reale. Sono stato male quando Asia, invece di parlare con me, ha negato e cambiato la versione dei fatti e ha continuato a lavorare con lui, intrattenendo una relazione personale con lui e riferendogli cose che io avevo detto su di lui per irritarlo ulteriormente”.

L’attore parla anche di Rose McGowan, altra accusatrice di Weinstein, che sarebbe rimasta in silenzio in cambio di soldi:

“Perché non ha presentato le accuse contro di lui in quel momento? Quanti altri “incidenti” futuri si sarebbero potuti evitare? Harvey Weinstein è uno sporco maiale, sì, ma non vorrei che fossero proprio quelle due ragazze a venire glorificate”.

E l’ultima stoccata di Gallo arriva con il suo endorsement al presidente americano Donald Trump:

“Mi piace molto e sono estremamente orgoglioso che lui sia il presidente americano. E mi dispiace se la cosa vi offende”.