Abbazia di Chiaravalle, monaci “palpano” e “hanno rapporti sessuali” con ospiti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Dicembre 2014 15:08 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2014 15:08
Abbazia di Chiaravalle, monaci "palpano" e "hanno rapporti sessuali" con ospiti

L’abbazia di Chiaravalle

MILANO – Monaci che “palpano” o “hanno rapporti sessuali orali” con indigenti che vanno a chiedere da mangiare. Comportamenti non penalmente rilevanti, però, secondo la Procura di Milano, che sui religiosi dell’abbazia di Chiaravalle ha prima aperto un fascicolo e poi archiviato il caso. Restano, come spiega Sandro De Riccardis su Repubblica, degli atteggiamenti non proprio “monastici”.

Era stato uno degli ospiti dell’abbazia a dire di aver avuto un rapporto sessuale con un monaco. Nessuna violenza ma un rapporto consenziente, dopo che il religioso lo aveva avvicinato.

Nel settembre del 2013 un altro ospite dell’abbazia, un italiano disoccupato di 45 anni, era andato nel monastero per avere un letto in cui dormire, e lì, ha raccontato, un monaco

“mi ha sfiorato le cosce da sopra i pantaloni, mentre altre volte mi ha sfiorato il pube. Nell’ultima occasione, il giorno di Ferragosto, ha introdotto la mano nei miei pantaloni e ha palpato i miei genitali, da sopra le mutande. Tuttavia, costretto dalla necessità di mangiare sono tornato ancora nella predetta abbazia per prendere il cibo e spesso il religioso ha ripetuto le stesse molestie”.

Un ospite albanese di 44 anni ha raccontato di aver avuto incontri sessuali nella sua stanza con dei monaci e ha mostrato anche agli investigatori dei filmati che lo mostrano durante rapporti orali e palpeggiamenti. Stesso copione con un romeno di 18 anni e un italiano di 40, anche loro senzatetto. 

Dall’abbazia si difendono. Del resto la stessa Procura ha archiviato l’inchiesta. Questi comportamenti, dicono gli investigatori,

“sebbene contrari all’austerità richiesta a un monaco, non sembrano avere i connotati di violenza, minaccia o abuso di autorità”.