Il maniaco dei distributori: aggrediva e stuprava donne sole a fare benzina

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Luglio 2019 16:53 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2019 18:20

(Foto d’archivio)

VARESE  – Andavano a fare benzina nei distributori delle province di Milano e Varese e lui le aggrediva, rapinava e violentava. Con questa accusa è stato arrestato un uomo italiano di 35 anni, già detenuto al carcere di Busto Arsizio (Varese). L’uomo avrebbe compiuto le aggressioni, almeno quattro, indossando un passamontagna e guanti in lattice. 

Il suo modus operandi era sempre lo stesso: attendeva che una donna sola si fermasse in un’area di servizio della Lombardia, la aggrediva alle spalle dopo essere salito di soppiatto sulla sua auto con indosso un passamontagna e guanti in lattice, la afferrava per i capelli e le ordinava di mettere in moto, costringendola a guidare fino a una zona isolata dove le si avventava addosso.

L’uomo, dopo aver tentato di abusare sessualmente una donna in un’area campestre di Busto Arsizio nelle scorse settimane, era fuggito a seguito della reazione della giovane che era riuscita a divincolarsi. Grazie ai rilievi tecnici effettuati all’interno dell’automobile della donna, la polizia ha ricavato il dna dell’aggressore da alcuni frammenti di lattice, poi rivelatosi fondamentale per imputare allo stesso uomo una identica aggressione verificatasi a Legnano (Milano) lo scorso aprile, un’altra a Parabiago (Milano) e un’altra ancora a Villa Cortese (Milano). (Fonte: Ansa)