Un’amica di Ruby: “Mi ha detto di aver fatto sesso con Berlusconi”

Pubblicato il 18 Gennaio 2011 15:31 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2015 14:17

Ruby

”Ruby mi disse di aver fatto sesso” con Silvio Berlusconi. Lo dice in uno dei verbali contenuti nell’invito a comparire inviato al premier dalla procura di Milano, Katia Pasquino, la donna che ha denunciato la giovane marocchina per il furto di 3mila euro e di alcuni oggetti in oro. La vicenda da cui è praticamente partito tutto, con l’arresto di Ruby e la successiva telefonata alla Questura di Milano.

Alla donna gli inquirenti chiedono di dire se, durante il periodo in cui ha conosciuto e frequentato Ruby, la minorenne marocchina le avesse raccontato di alcune sue amicizie con gente famosa.

”Ricordo che diceva – risponde la donna – di essere molto amica del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi con il quale, a suo dire, è stata spesso a casa del premier dove ha cenato, ballato e fatto sesso con lui, il quale le dava molto denaro”.

Quando ad ottobre venne fuori la vicenda Ruby, la Pasquino disse: “Ruby mi diceva un sacco di balle. Dovevo dar retta ai miei amici” che dicevano “di non portarmela in casa perché era una ladra”. Quindi la Pasquino racconta il furto: “Una mattina mi sveglio e lei non è più in casa. C’erano anche dei testimoni. Se n’era andata portando via alcuni anellini e non due rolex come scritto su qualche quotidiano. E i 3000 euro messi da parte per l’affitto. Sono andata a cercarla e l’ho trovata in un centro estetico. Ho chiamato le volanti e l’hanno arrestata. Ma un’amica può rubarti in casa?”.