L’amicizia su Facebook, il sesso e poi i ricatti: arrestato attore di Sabaudia

Pubblicato il 21 Agosto 2010 14:48 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2015 16:01

Dall’amicizia su Facebook al sesso il passo era spesso breve per un attore di Latina che dopo aver conquistato le amiche su internet le ricattava per non far conoscere il loro tradimento ai rispettivi mariti. Per questo motivo, Mario Agnoletti, 41 anni, di Sabaudia (Latina) è stato arrestato dai Carabinieri di Valdagno (Vicenza) coordinati dalla Procura di Latina.

I militari dell’Arma hanno messo le manette all’uomo dopo che aveva incassato, attraverso il postepay, mille euro da una vicentina. Quest’ultima aveva conosciuto su Facebook, sei mesi fa, Agnoletti, con il quale ha intrapreso una relazione clandestina. La donna, sposata ad un noto imprenditore, si era incontrata in vari alberghi di Roma con Agnoletti acconsentendo di farsi filmare durante il loro rapporto sessuale.

Due mesi fa l’indagato le avrebbe chiesto mille euro in cambio del silenzio sulla loro storia, minacciando, al contrario, di divulgare le immagini su internet, ma anche di farle recapitare al marito. La donna ha pagato la prima richiesta, poi ha soddisfatto altre necessita’ per l’indagato (l’acquisto per la batteria dell’auto, un orologio, eccetera) ma infine si e’ ribellata rivolgendosi ai Carabinieri. I militari dell’Arma hanno sequestrato nella casa di Agnoletti migliaia di filmati che l’uomo aveva realizzato durante i rapporti sessuali con centinaia di altre donne.

I Carabinieri sospettano che molte delle protagoniste siano state anche esse vittime di ricatti dell’indagato, conosciute quasi sicuramente su Facebook.

La vittima vicentina dei ricatti di Agnoletti, arrestato per estorsione continuata, e’ la moglie 45enne di un autotrasportatore di Montebello. Dopo essersi conosciuti attraverso Facebook, la donna lo aveva incontrato a Roma e aveva consumato con lui un rapporto sessuale in un albergo. Successivamente la vicentina aveva intrecciato con Agnoletti una relazione sentimentale durata alcuni mesi.

La perquisizione nell’appartamento dell’uomo ha permesso ai militari di ritrovare decine di videocassette degli incontri sessuali con le vittime e la telecamera usata per le registrazioni. La compagna di Agnoletti è stata denunciata per concorso in estorsione, in quanto si sarebbe prestata ad effettuare alcune delle telefonate ricattatorie.