Antonio Perna arrestato per omicidio prostituta, mamma: “Non l’ho salvato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Maggio 2015 10:49 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2015 10:50
Antonio Perna arrestato per omicidio prostituta, mamma: "Non l'ho salvato"

Antonio Perna arrestato per omicidio prostituta, mamma: “Non l’ho salvato”

NAPOLI – Antonio Perna, Raffaele Velluso e Gennaro Bitono sono i ragazzi accusati di aver ucciso Antonia Olaf, una giovane prostituta nigeriana, nel quartiere Fuorigrotta a Napoli. Accoltellata per aver difeso un’altra prostituta a una rapina. Ora la mamma di Antonio, Anna Di Mauro, condanna l’azione del figlio e commenta e lancia un messaggio alle altre mamme: “Non ho salvato mio figlio dallo sballo, non fate come me”.

Daniela De Crescenzo su Il Mattino riporta le parole di Anna, una mamma disperata per le azioni del figlio e per non aver saputo trascinarlo via da un brutto giro:

“«Antonia deve avere una sepoltura degna, noi siamo pronti a fare tutto quello che possiamo»: Anna Di Mauro parla a stento mescolando parole e lacrime. È la mamma di Antonio Perna, il ragazzo di 19 anni accusato di aver ucciso insieme a due amici, Raffaele Velluso e Gennaro Bitonto, una giovane prostituta nigeriana. «A tutte le mamme dico: abbiate il coraggio di accorgervi quello che accade ai vostri figli e se avete il dubbio che siano preda dell’alcol o della droga intervenite, non abbiate paura di chiedere aiuto. Fatelo prima che diventi troppo tardi come è successo a me»”.