Autistico preso a pugni nel parco: ora dovrà essere operato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Dicembre 2015 16:16 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2015 16:16

LONDRA – Un ragazzino di 13 anni che soffre della sindrome di Asperger, malattia comportamentale simile all’autismo anche se meno grave, è stato brutalmente picchiato da una banda di teppisti mentre stava giocando a calcio con i suoi amici. Il ragazzo ora dovrà ricorrere alla chirurgia ricostruttiva.

Jake Aldridge è stato lasciato sanguinante, contuso e con i denti rotti, dopo aver ricevuto un pugno violentissimo. Il giovane è caduto al suolo in un parco di Sittingbourne nel Kent inglese.

L’aggressione, nata senza nessuna provocazione da parte del ragazzo, è avvenuta nel pomeriggio di sabato scorso. Jack incontra al parco i suoi amici ogni settimana: questo sabato però, è stato preso di mira da tre adolescenti più grandi che hanno reso il suo volto irriconoscibile.

La madre Sarah racconta che ora suo figlio è troppo spaventato per andare a scuola da solo. La donna, 42 anni, sull’aggressione ha detto: “Non capisco perché qualcuno dovrebbe prende a pugni casualmente un ragazzo di 13 anni. Sono teppisti, puri e semplici teppisti.”

Jake ha raccontato che stava insieme ai suoi amici. Uno dei ragazzi più grandi si è avvicinato ed ha spinto giù un amico di Jake dalla bicicletta. Poi ha cominciato a prendere a pugni Jake. A scoprirlo col volto insanguinato dopo la fuga dei teppisti che lo hanno picchiato, è stata sua nonna Penny Hallybone di 65 anni che vive vicino al parco. Il ragazzino è stato portato al Medway Maritime Hospital di Gillingham da Lee, suo padre di 45 anni.

La madre di Aldridge sta per aprire una scuola gratuita per bambini autistici. Ora spera che la polizia trovi i teppisti prima che questi colpiscano di nuovo.