“Be stupid” della Diesel vince a Cannes il premio della pubblicità

Pubblicato il 2 Luglio 2010 7:00 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2010 10:35

La campagna «Be Stupid» che l’agenzia anglo-americana Anomaly ha realizzato per l’italiana Diesel ha vinto il Grand Prix nella categoria Outdoor al 57 esimo “Lions International Advertising Festival” di Cannes, il più prestigioso premio internazionale per la pubblicità.

Dopo l’assegnazione del premio non sono mancate le critiche: secondo molti la campagna della Diesel è la riedizione della vecchia opposizione fra saputelli criticoni e noiosi (smart), da un lato, e stupidi (stupid) dall’altro, dove gli stupidi sono definiti tali solo dai saputelli, ma in realtà sono i veri ganzi della situazione, perché simpatici, creativi e belli. Per altri invece la campagna “Be Stupid” esprime il meglio della creatività pubblicitaria attuale.

Qui di seguito ecco alcuni dei messaggi pubblicitari della Diesel. Il primo è anche il più divertente e creativo: una donna si fotografa l’interno del costume e una scritta sopra recita: “Gli smart potrebbero anche essere dotati del cervello, ma gli stupidi hanno le palle”