Berlusconi, Veronica e il terzo uomo/ Si spara a palle incatenate. Daniela Santaché: “Alberto Orlandi, capo della sicurezza, è il compagno da tempo”

Pubblicato il 1 giugno 2009 8:35 | Ultimo aggiornamento: 4 marzo 2015 13:50

Ormai è lotta senza esclusione di colpi in casa Berlusconi e dintorni. I colpi ora sono diretti contro Miriam Bertolini, in arte Veronica Lario, colpevole, non lo si deve dimenticare, di avere sollevato il velo pubblicamente sulle inclinazioni sentimentali del marito, Silvio Berlusconi.

I colpi sono talmente forti che il più giovane dei figli di Berlusconi, Luigi, si è sentito in dovere di prendere le distanze dai genitori in guerra.

Ancora una volta il quotidiano Libero ha sparato a palle incatenate sulla ormai quasi ex moglie. Dopo avere pubblicato le foto di Veronica Lario a seno nudo, ha dato voce a Daniela Santanché con una intervista in cui la donna politica di estrema destra rivela che Veronica da tempo vive con un uomo.

Si tratterebbe di Alberto Orlandi, 47 anni, capo della sicurezza di Villa Macherio.

Scatta alla mente un paragone letterario, che certo non è sfuggito a una sognora colta come Daniela Santaché  e che getta bagliori inquietanti sulla piega degli avvenimenti. Uno dei romanzi più controversi del ‘900, censurato per anni, è “L’amante di lady Chatterley”, dell’inglese D.H.Lawrence. È la storia di una nobildonna inglese, il cui marito ha perso gli attributi virili durante la prima guerra mondiale e che si consola con il guardiacaccia in una torbida storia d’amore e sesso che finisce in tragedia.

E certo Santanché ha anche visto, quantomeno in dvd, il film “La contessa scalza”, con Ava Gardner e Humprey Bogart. Stesso schema: in questo caso il nobile è italiano, il terzo uomo è sempre una guardia del corpo – autista, lei rimane anche incinta e lui l’ammazza. Particolare in più: il film è ambientato tra Rapallo e Portofino, vicino a Genova, dove in passato Berlusconi passava parecchio tempo libero, dove oggi il figlio maggiore, Pier Silvio, ha preso in affitto una favolosa villa sul mare e dove non più tardi del blitz a Casoria per festeggiare Noemi anche Silvio Berlusconi si è recato per il compleanno di Piersilvio.

Santanchè, leader del Movimento per l’Italia ha detto a Libero di essersi decisa a mettere in piazza la storia per l’insistenza con la quale viene condotta la campagna mediatica contro il premier: «Ogni mattina apro i giornali e leggo di Berlusconi di qua e Berlusconi di là. E ogni mattina spero di trovare quella verità che io so e che ribalterebbe tutto, ogni giorno spero che il presidente abbia la forza di farlo, di dire. E invece niente. Il Paese poteva essere travolto da un finto scandalo, l’immagine internazionale sta per essere compromessa. Non è più accettabile, sopportabile. Sono certa che la misura è colma, che il gioco è truccato».

Alberto Orlandi non ha replicato, limitandosi a dire a un amico di essere «sconcertato» e che si tratta del «solito teorema».