Castrazione chimica per pedofili: M5s e Pd votano contro, Lega Nord a favore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2014 17:39 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2014 17:40
Castrazione chimica per pedofili: M5s e Pd votano contro, Lega Nord a favore

Marco Rondini della Lega Nord (foto Lapresse)

ROMA – La Lega Nord propone la castrazione chimica dei pedofili, ma i deputati di Pd e Movimento 5 Stelle hanno votato contro la mozione presentata dai leghisti.

Marco Rondini della Lega non ha mandato giù il voto e ha accusato alla Camera dei Deputati i suoi colleghi degli altri partiti:

“Oggi è inoltre andata in scena l’ennesima dimostrazione di schizofrenia da parte del governo, che si sostanzia nell’impegno assunto per celebrare la giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia Da un lato, infatti, in omaggio alla spending review, si chiudono i presidi territoriali della polizia postale, e dall’altra, per fronteggiare fenomeni aberranti come la pedofilia, si annuncia l’impegno di destinare nuove risorse per cancellare i tagli previsti da quella spending review che lo stesso governo sta adottando”.

“Val la pena ricordare – ha detto Rondini – che in molti Paesi occidentali lo strumento della castrazione chimica è stato adottato da diversi anni per combattere la pedofilia (parliamo di Paesi come Usa, Canada, Svezia, Danimarca, Gran Bretagna, Germania, Spagna e Francia)”.