“C’è un party nei miei pants”: studentessa inguaia prof. Sesso al liceo inglese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Agosto 2014 14:43 | Ultimo aggiornamento: 21 Agosto 2014 14:46
"C'è un party nei miei pants": studentessa inguaia prof. Sesso al liceo inglese

Il professor Russell Woolwright

ROMA – “C’è un party nei miei pants”: studentessa inguaia prof. Sesso al liceo inglese. “Niente sesso, siamo inglesi”. Al vecchio, frusto adagio si sarebbe dovuto attenere Russell Woolwright, insegnante d’economia in una ricca scuola del Dorset, invece di finire nei guai per aver fatto sesso con una sua studentessa teenager. Il Daily Mail  ci sta costruendo sopra una soap memorabile: soldi, adolescenti spregiudicate e voraci, letteratura erotica versione sms, ex giocatori professionisti di tennis. Mix pruriginoso ed infallibile: fatto sta che Russel ha dovuto lasciare la public school da 30mila sterline di retta all’anno, mentre su di lui pende il rinvio a giudizio per aver prima baciato e quindi “provocato/incoraggiato” la presunta vittima a compiere un atto sessuale.

L’algido linguaggio del tribunale si riferisce a un rapido incontro in un vicoletto all’esterno della Canford School e non precisa il torbido perpetrato (una fellatio, una “sveltina”?). Il tribunale, però, dispone anche delle ripetute, incessanti, minacciose profferte amorose della ricca studentessa, che sembra uscita, purtroppo, dal cliché della Lolita annoiata e vendicativa cui tutto è dovuto. La messaggeria istantanea, le mail imputabili alla ragazzina va dal pecoreccio al vessatorio (il tutto è finito su piazza, per la gioia dei tabloid). E nostra, che possiamo apprendere come “C’è un party nei miei pantaloni” è stato il segnale di via libera al contatto incriminato. Ma prima, la ragazza aveva delegato un suo boy emissario per convincere via mail il professore ex giocatore di tennis a non più resisterle, per poi infuriata ingiungergli “Russ you’re being fucking gay. Come on Russ” (Russ stai facendo il fottuto gay. Sbrigati Russ).

Woolwright nega qualsiasi contatto con la ragazza che avrebbe provato a baciarlo un paio di volte mentre lui cercava soltanto un approccio chiarificatore per metter fine ad ogni possibile fraintendimento. La teenager ha invece divulgato l’ampia corrispondenza a suffragio delle sue accuse. Per il severo procuratore non fa alcuna differenza: in ogni caso, data la posizione di superiorità, Russ ha causato/incoraggiato un atto sessuale illecito.