Cecilia Capriotti, la sexy showgirl della scuderia di Lele Mora accusa: “Mi hanno ricattata”

Pubblicato il 17 Novembre 2010 17:23 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2010 17:23

Cecilia Capriotti, showgirl della scuderia di Lele Mora, sarebbe stata costretta a pagare alcune migliaia di euro per finire sotto i riflettori di uno studio televisivo.

La ragazza ora ha ottenuto il rinvio a giudizio di Antonio D.G., un press agent del mondo dello spettacolo conosciuto in occasione di una serata a Milano Marittima.

Dopo un paio di contatti telefonici con Cecilia, l’uomo le avrebbe offerto la possibilità di incontrare un dirigente di Rai Sport. L’incontro avvenne e l’alto funzionario offrì alla showgirl un ruolo nella trasmissione Dribbling, alla quale Cecilia Capriotti prese parte.

Successivamente, però, il press agent sarebbe diventato sempre più invadente nella vita della conduttrice fino a dichiararle apertamente il proprio amore. Dopo essere stato più volte respinto dalla donna, l’uomo le avrebbe richiesto somme di denaro in cambio delle sue presenze in trasmissione, altrimenti grazie alle sue conoscenze avrebbe fatto in modo che la showgirl non lavorasse più.

Un ricatto che stando ai racconti della vittima sarebbe continuato con incontri intimidatori e condotte diffamatorie nei suoi confronti sul web, in un blog curato dall’imputato. Per mettere fine all’incresciosa vicenda, Cecilia Capriotti decise di versare 3242 euro ad una società di Antonio D.G. il quale così avrebbe potuto giustificare quel denaro come corrispettivo di una presunta attività di consulenza, in realtà mai svolta.