Charlie Sheen, per prostitute ha “speso oltre 1 milione”

di Redazione blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2015 13:08 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2015 13:34
Charlie Sheen, per prostitute ha "speso oltre 1 milione"

Charlie Sheen (LaPresse)

LOS ANGELES – Un milione e seicentomila dollari. È questa la cifra che Charlie Sheen avrebbe sborsato nel 2013 per accompagnarsi a prostitute.

A rivelarlo sarebbero i rendiconti della “9th Step”, società di produzione del 58enne attore statunitense, al centro dei riflettori per la recente confessione sulla sua sieropositività. Stando alle carte – scovate dal “National Enquirer” e finite poi sotto la lente di ingrandimento di “RadarOnline” – o, meglio, alla loro interpretazione fornita da un insider, infatti, il cospicuo gruzzolo risulterebbe tra i fondi messi a bilancio dalla compagnia nel 2013, due anni dopo, quindi, la terribile scoperta della star di “Hot Shots!” sulle sue condizioni di salute, in una causale di facciata. “La voce “Friendly Entertainment”, ha raccontato la fonte, “era soltanto un modo per inserire nel resoconto finanziario il denaro speso in prostitute”.

Alcune di queste, come rivelato alla Nbc, una volta informate del suo contagio da HIV, l’avrebbero addirittura ricattato chiedendogli soldi per non andare a raccontare tutto ai media.

“Stiamo parlando di estorsioni – aveva spiegato non più tardi di martedì scorso l’attore ospite del talk show “Today” -. “Ho pagato delle persone, non molte ma abbastanza per portarmi via dei soldi che sapevano avrei messo da parte per i miei figli. Erano persone di cui mi fidavo e che facevano parte della mia cerchia di amici. La fiducia che avevo riposto in loro, mi si è ritorta contro sotto forma di tradimento. Oggi sono finalmente libero da questa prigione”.

Dopo aver scoperto la positività al test HIV, avrebbe avuto rapporti non protetti. Le donne sarebbero sul piede di guerra e pronte a denunciare Sheen per non essere state messe al corrente del suo stato clinico. Risalirebbero a qualche mese prima della diagnosi, invece, le relazioni intime tra l’attore e altre ragazze, per la maggioranza prostitute a cui il divo avrebbe proposto una tariffa maggiorata pur di fare sesso senza precauzioni.