Cicilismo, nasce il “Giro di Padania” voluto da Umberto Bossi

Pubblicato il 28 Luglio 2011 14:19 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2011 18:05

MILANO, 28 LUG – Nasce, quest’anno, il ‘Giro di Padania’, una corsa di ciclismo per professionisti a tappe che si disputera’ a settembre fra Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia, Trentino e Veneto.

La manifestazione inserita nel calendario Uci – organizzata dalle associazioni ‘Monviso-Venezia’ di Bra (Cuneo) e dalla ‘Alfredo Binda’ di Varese, da un’idea di Umberto Bossi – e’ stata presentata in un ristorante milanese alla presenza di numerosi esponenti della Lega Nord, fra cui il sottosegretario all’Interno, Michelino Davico, e l’assessore lombardi Monica Rizzi, indagata dalla procura di Brescia per presunto dossieraggio a danno di colleghi della Lega Nord. Tra le accuse, anche quella di aver prodotto un dossier per favorire la candidatura di Renzo Bossi, detto il Trota, consigliere regionale della Lega Nord e figlio di Umberto Bossi.

Il ‘Giro di Padania 2011′ prendera’ il via il 6 settembre da Paesana (Cuneo) e si concludera’, in cinque tappe, il 10 settembre a Montecchio Maggiore (Vicenza), dopo 900 chilometri. Sara’ la maglia verde, il colore leghista, ad andare al primo in classifica generale. La manifestazione sportiva si terra’, fra l’altro, la settimana prima della tradizionale tre giorni del Carroccio lungo il Po. Ed e’ facile notare come le tappe del ‘Giro di Padania’ seguano quelle dell’appuntamento politico, dal Piemonte al Veneto, toccando pero’ piu’ regioni del nord oltre alla Lombardia.

Paesana, da dove ci sara’ il via, e’ dove tradizionalmente Bossi preleva l’ampolla d’acqua dalle sorgenti del Po, sul Monviso, da versare nella laguna di Venezia, nelle cui vicinanze la corsa si concludera’.