photogallery

Claudio Messora (M5s): “Laura Boldrini, anche se fossimo stupratori, non rischi”

ROMA – “Cara Laura, anche se noi del blog di Grillo fossimo tutti potenziali stupratori…tu non corri alcun rischio”. Questa la frase su Twitter, poi cancellata, di Claudio Messora riferita a Laura Boldrini. Claudio Messora, è bene ricordarlo, è il responsabile comunicazione del Movimento 5 Stelle.

Il post è stato cancellato da Messora, ma non prima di aver fatto il giro dei social network. D’altronde lo scontro frontale Boldrini-M5s (cominciato con l’ormai celebre ghigliottina il giorno della votazione alla Camera sul decreto Imu-Bankitalia e proseguita tra provocazioni di Grillo e insulti degli utenti in rete contro la Boldrini) è uno dei temi caldi del momento.

La frase di Messora prende spunto da quanto detto dalla Boldrini a Che tempo che fa, ospite di Fabio Fazio: “Tra di loro ci sono potenziali stupratori“. Tutta colpa della domanda postata da Grillo su Facebook “Cosa succederebbe se ti trovassi la Boldrini in macchina?:, che aveva scatenato insulti beceri e sessisti e pesanti offese nei confronti del presidente della Camera.

Dopo ore Messora si è scusato: “Non era mia intenzione offendere Laura Boldrini. Se a causa di una mia battuta è accaduto, me ne scuso. Ora torniamo a parlare di contenuti”. Un dietrofront maturato già nella notte quando Messora, pressato dalle polemiche annota su Twitter: “Sono sincero: non sono stato di classe. Lo so. Però credo che quello che ha detto una presidente della Camera sia altrettanto grave”.

Claudio Messora (M5s): "Laura Boldrini, anche se fossimo stupratori, non rischi"

Il post apparso sul profilo Twitter di Claudio Messora e poi cancellato

To Top