Combattenti Isis fucilati da Esercito ribelle Islam: i boia questa volta vestono arancione VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 luglio 2015 15:24 | Ultimo aggiornamento: 2 luglio 2015 15:24
Combattenti Isis fucilati da Esercito ribelle Islam

Combattenti Isis fucilati da Esercito ribelle Islam

ROMA – Il gruppo islamista Jaysh al-Islam, Esercito ribelle dell’islam, ha pubblicato un video dove si mostra l’esecuzione in Siria di 18 presunti combattenti dello Stato islamico. La registrazione originale, di cui non è ancora stata accertata la veridicità, dura quasi 20 minuti e ricorda nello stile e nell’utilizzo del discorso diretto i video diffusi in precedenza dallo Stato Islamico stesso. I ribelli marciano vestiti di arancione, in un luogo imprecisato non lontano da Damasco, scortando i prigionieri dell’Isis in abiti neri, incappucciati e con le catene alle caviglie e ai polsi.

Un portavoce dell’Esercito dell’islam accusa l’organizzazione di Abu Bakr al-Baghdadi di aver versato il sangue di altri musulmani e invita i prigionieri a pentirsi prima della morte. La voce afferma che i combattenti vengano uccisi in risposta alla recente decapitazione di tre militanti di Jaysh al-Islam. Sarebbe quindi una vendetta tra gruppi rivali: in Siria l’Isis è impegnato soprattutto a lottare contro le fazioni ribelli.